Terrorismo, il padre di Valeria Solesin: “un esempio per chi non si arrende” [FOTO]

Le parole del padre di Valeria Solesin durante la cerimonia funebre

LaPresse/Alvise Busetto

LaPresse/Alvise Busetto

Il padre di Valeria Solesin, Alberto, ha affermato queste parole durante la cerimonia funebre della figlia, uccisa durante gli attentati terroristici al Bataclan di Parigi: ”in questi giorni ho letto che siamo stati un esempio. Se questo è stato vero anche solo in minima parte, voglio dedicarlo a tutti i Valeria e Andrea che non si arrendono”. ”Ripensando a Valeria non voglio isolarla dal suo contesto parigino, dall’università e dai bistrot dove tanti ragazzi immaginano un futuro migliore – continua – in questi giorni acerbi abbiamo avuto uno straordinario senso di vicinanza, un pensiero che ora vogliamo rivolgere alle altre famiglie delle vittime“, sottolinea il padre di Valeria, che ringrazia “i rappresentanti delle religioni, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il ministro Roberta Pinotti, il sindaco Luigi Brugnaro”. “Il nostro pensiero va all’unità di crisi della Farnesina per l’aiuto e l’umanità“. Alberto Solesin ringrazia ”i cittadini che hanno manifestato affetto, portando un fiore, e gli amici che ci hanno aiutato a superare i momenti più duri”. “Un pensiero va a nostro figlio Dario che, oltre a una sorella, ha perso un riferimento, e al suo compagno Andrea, che è uno di quelli che non si arrendono“.

LaPresse/Alvise Busetto
LaPresse/Alvise Busetto
LaPresse/Alvise Busetto
LaPresse/Alvise Busetto