Taormina: arrestato 37enne per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti

materiale sequestratoAndava in giro con 5 grammi di cocaina destinata a chissà quale acquirente. I carabinieri in borghese gli stavano addosso ed attendevano il momento propizio. Troppo strani erano apparsi i movimenti di quel trentasettenne, residente a Giardini Naxos ma spesso individuato nei territori della vicina Taormina. A finire in manette BUZZURRO Silvio, residente a Giardini Naxos, già noto alle forze dell’ordine.

Nella tarda serata di venerdì I carabinieri della Aliquota operativa della Compagnia di Taormina, in borghese, hanno posto in essere una continuativa attività di vigilanza discreta fin quando l’uomo è apparso con la propria autovettura a Trappitello, frazione a valle della Perla della Jonio.   I carabinieri hanno seguito il sospettato, poi hanno raggiunto la sua auto con passo felpato e lesto. L’uomo vistosi scoperto, con gesto repentino ha lanciato un involucro di cellophane dal finestrino. L’azione però non è sfuggita ai militari.  La sorte ha voluto che il sacchetto cadesse in una grata del sistema idrico. Dopo non poche peripezie i Carabinieri sono riusciti a recuperare l’involucro che conteneva poco più di 5 grammi di cocaina destinati al mercato locale.

Visti gli sviluppi dell’operazione i militari hanno richiesto l’intervento dei rinforzi per estendere la perquisizione all’auto, all’abitazione ed anche al passeggero che era con l’uomo in macchina e che è risultato estraneo alla vicenda. La successiva perquisizione a casa ha consentito di scoprire un supermercato della droga. In un armadio della camera da letto i Carabinieri hanno ritrovato alcune buste con circa 35 grammi di cocaina. Sono state ritrovate poi altre tre dosi di cocaina per un peso complessivo di 1,3 grammi  oltre a  materiale per il taglio della sostanza pura. In una scatola per scarpe è stato inoltre ritrovato un sacchetto con quasi novanta grammi di marijuana. C’era anche una pianta di marijuana di un metro e mezzo, un bilancino di precisione, materiale vario per il confezionamento e alcune centinaia di euro in contanti, presunto provento dell’attività di spaccio.

L’uomo nelle ore notturne, a conclusione delle attività, è stato accompagnato al carcere di Messina dove sarà sentito dal magistrato competente per la convalida.