Spadafora, Video Art in Sicily: domenica 29 la premiazione delle tre opere vincitrici del concorso

Si avvia a conclusione la rassegna Arte del tempo reale: il sesto appuntamento che ha coinvolto 56 artisti siciliani

VIDEO ART IN SICILYCon la premiazione di Video Art in Sicily. Concorso regionale di short movie e video arte monocanale, domenica 29 novembre alle 18.00 al Museo Forma di Spadafora, si chiuderà la mostra Arte del tempo reale, sesto appuntamento della rassegna Contemporary Art in Sicily.

Il concorso, promosso dal Comune di Spadafora e inserito nel calendario della rassegna dedicata all’arte contemporanea siciliana, ha visto la partecipazione in due mesi di 56 videoartisti provenienti da tutta l’Isola, con opere di impegno sociale, di carattere concettuale o di stampo narrativo, tutte accomunate da quella sperimentazione di linguaggi che rende la videoarte “un mezzo privilegiato che permette di riempire tutte le caselle dei generi artistici”, per dirla con il critico Renato Barilli, autore di un testo inserito nel catalogo di Arte del tempo reale.

Durante la serata verranno dunque premiate le prime tre opere classificate, con un montepremi di € 3.200,00 offerto dall’ATI Inart Strutture e Servizi per la Cultura, incaricata della realizzazione dell’intera rassegna. Verranno inoltre consegnate cinque menzioni speciali: per l’innovazione stilistica, la tecnica degli effetti, la sonorizzazione, la sceneggiatura e la drammatizzazione. E poiché al concorso ha partecipato Antonio Bottari, regista e videomaker sordo, alla serata sarà presente anche Antonella Dimoli, interprete della Lingua dei Segni (LIS).

A valutare le opere in concorso è stata una giuria composta da Gianluca Lombardo, artista visivo e docente di videoarte all’Accademia di Belle Arti di Catania, Giuseppe Zimmardi, artista e videomaker palermitano, e infine Antonio D’Amico, supervisore del Progetto e consigliere comunale di Spadafora. Il concorso era aperto a opere realizzate con qualunque tecnica di ripresa e post-produzione, purché riversate in digitale. Il tema del concorso era libero, l’unico requisito indispensabile era che ciascun autore fosse nato o domiciliato in Sicilia. La giuria ha dunque valutato fattori come l’originalità tematica-espressiva, la capacità di utilizzare tecniche di ripresa creative, la qualità estetica, il valore della ricerca artistica, l’uso dei linguaggi artistici in maniera trasversale.

Tutte le opere inviate a partecipare al concorso Video Art in Sicily sono state inserite nel percorso espositivo di Arte del tempo reale e proiettate a fianco della mostra Videorama. La Sicilia sullo schermo dell’arte, a cura di Pasquale Fameli, e Nuova generazione. Artisti siciliani under 40, a cura di Katia Giannetto.