Serie D, Reggina-Palmese 4-3: vittoria incredibile per gli amaranto in un derby pazzesco [FOTO]

Serie D, la Reggina batte la Palmese 4-3 nella 14ª giornata del girone I di serie D: dopo lo 0-2 iniziale, rimonta sul 3-2 ma gli ospiti pareggiano in dieci. Zampaglione al 94° sigla il gol vittoria che vale il 4-3 e i tre punti

reggina palmese (1)Come nel sogno più bello: è il gol di Zampaglione che arriva al 94° minuto di un derby incredibile e che decide la partita regalando tre punti che possono davvero significare la svolta stagionale per la Reggina. E per lui, Mimmo Zampaglione da Reggio Calabria, sin da bambino tifosissimo della Reggina, è il primo gol al Granillo.

Una vittoria incredibile in un derby pazzesco, che probabilmente la Reggina calcisticamente non avrebbe neanche meritato: Palmese meritatamente in vantaggio di due gol (0-2) nel primo tempo, ma De Bode al 48° in pieno recupero riapre tutto prima dell’intervallo.

reggina palmese (4)

Un gol fondamentale che tiene una Reggina bruttissima in campo comunque in partita. All’inizio della ripresa pareggia subito Roselli con un gran tiro da fuori, e al 3° minuto è già 2-2. Due reti nate quasi per caso quella di De Bode (su calcio d’angolo) e di Roselli (dalla distanza), mentre la Palmese gioca meglio, si difende con ordine e punge sempre quando arriva in attacco.

Dopo il 2-2 ti aspetteresti la Reggina che cerca la vittoria e la Palmese che accusa il colpo, invece accade l’esatto contrario, la Reggina arretra e subisce gli attacchi degli ospiti vogliosi di riportarsi in vantaggio. Ma al 70° segna ancora De Bode, sempre su calcio d’angolo, e la Reggina si ritrova clamorosamente in vantaggio, dopo una rimonta da 0-2 a 3-2 grazie ad aver concretizzato le uniche palle gol costruite dalla squadra.

reggina palmese (4)

La Palmese si innervosisce e rimane subito in dieci. A quel punto sia dal punto di vista tecnico che psicologico ti aspetteresti che i padroni di casa riescano a dilagare, invece la Palmese pareggia seppur in inferiorità numerica, tre minuto dopo il gol di De Bode, con Cordiano al 73°. A quel punto la Reggina tira fuori l’orgoglio e nel finale cerca il gol del vantaggio. Lo trova all’ultimo respiro utile, al 94°, nell’unica vera occasione da gol con Zampaglione. Sono tre punti fondamentali, sia per la classifica che per il morale. La Reggina è adesso a +4 dalla zona pericolosa dei playout, e complici le sconfitte di Frattese e Siracusa si ritrova a -6 dalla capolista Cavese, -5 dalla Frattese, -4 dal Siracusa, -2 da Sarnese e Due Torri, -1 dalla Vibonese, al settimo posto in classifica. Non era mai stata così in alto la Reggina che, rispetto a tutte le altre dovrà ancora effettuare il turno di riposo ma intanto domenica prossima ad Agropoli può tentare di risalire ulteriormente la classifica.

Serie D, la Reggina adesso può crederci: è settima a -6 dalla vetta. Classifica e prossimi incontri

Le foto: