Sant’Agata di Militello, morì dopo che le somministrarono farmaci sbagliati: a giudizio l’anestesista

Il Gup di Patti ha accusato il medico di omicidio colposo: decisive le denunce dei familiari

giustiziaVincenzo Marando, anestesista impegnato al presidio ospedialiero di Sant’Agata di Militello, dovrà rispondere dell’accusa di omicidio colposo: è questa la decisione presa dal Gup di Patti in merito alla morte sospetta di Maria Mancuso, una 73enne ricoverata ad agosto del 2012 per una frattura al femore che morì, dopo 45 giorni di coma, in circostanze che i familiari definirono assai sospette. Ad innescare la causa, infatti, ci sarebbe un errore nella somministrazione dei farmaci somministrati alla donna ed un tardivo intervento riparatorio.