Roma, rischi altissimi: 700 militari dispiegati nella Capitale che diventa blindata, Giubileo in forse

romaGrande paura a Roma dopo quello che è successo a Parigi, e adesso anche il Giubileo è a rischio. Il ministro dell’Interno Angelino Alfano, infatti, nella conferenza stampa al termine del vertice del Comitato Nazionale Ordine e Sicurezza Pubblica al Viminale, ha spiegato che il governo “ha reso immediatamente operativa la disponibilita’ di 700 militari per Roma. Un anticipo su quanto gia’ previsto“.  ”Le minacce del califfo e dell’organizzazione terroristica criminale prescindevano dal Giubileo, quindi abbiamo sempre considerato il rischio della specialita’ di Roma come tale da attenzionare. Da qui al 20 novembre sara’ fatta un’ulteriore valutazione. Ho notizia certa che gia’ sia iniziata questa mattina e quindi nulla puo’ essere dato per scontato sulle misure da confermare o rafforzare. Valuteremo la soluzione piu’ giusta” ha aggiunto Alfano.

Enac innalza misure di sicurezza in tutti gli aeroporti

Aumentano i livelli di sicurezza negli aeroporti italiani. L’Enac rende noto che in considerazione della situazione determinatasi a seguito degli attacchi terroristici a Parigi, ha disposto, già dalla notte scorsa, l`innalzamento delle misure di sicurezza in tutti gli aeroporti nazionali.
“Informando che potrebbero essere più lunghi i tempi dedicati ai controlli e che potrebbero, pertanto, crearsi delle file, l`Enac invita i passeggeri in partenza dagli scali italiani a recarsi negli aeroporti in anticipo rispetto ai tempi normalmente previsti”.

Rafforzati i controlli alla frontiera con la Francia

 ”I controlli alla frontiera sono rafforzati, con particolare riferimento alla frontiera della Francia per una vigilanza strettissima perche’ sono in corso misure da parte delle aurtorita’ francesi e noi collaboriamo”. Cosi’ il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, in conferenza al termine del vertice del Comitato Nazionale Ordine e Sicurezza Pubblica al Viminale.

LaPresse
LaPresse
LaPresse
LaPresse