Regione Calabria, verso la conclusione positiva delle trattative per il contratto decentrato della dirigenza

Palazzo-Campanella-Regione-CalabriaSi è riunita oggi la delegazione trattante per il comparto della dirigenza, relativamente agli anni 2013 e 2014. La delegazione – informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta – ha dovuto affrontare alcune questioni di particolare rilievo sollevate dalla relazione ispettiva del MEF. In particolare, la relazione MEF ha contestato la mancata pesatura delle posizioni dirigenziali e l’attribuzione ai soli dirigenti di settore di una retribuzione di posizione superiore a quella prevista dal contratto nazionale. In relazione al primo punto le parti negoziali, riconosciuto che le posizioni dirigenziali sono definite dalla legge regionale (che ha storicamente articolato la struttura burocratica in settori e servizi) hanno condiviso i criteri generali di un sistema di pesatura che, tenendo conto degli elementi che per legge caratterizzano le predette strutture, consente di tradurre il diverso peso organizzativo in parametri retributivi, così accogliendo l’osservazione del Mef e conseguentemente colmando una carenza che risale agli anni passati. In relazione al secondo punto, poiché le retribuzioni di posizione dei dirigenti di settore sono state già erogate per gli anni 2013 e 2014, ed ormai anche per il 2015, le parti hanno concordato, per evitare l’insorgere di questioni erariali ovvero di contenziosi individuali, di accantonare e non erogare un importo pari alla quota eccedente già individualmente percepita, in attesa della conclusione formale del procedimento ispettivo del Mef. Al contempo, le parti negoziali hanno pure avviato la discussione sui criteri generali della pesatura delle posizioni dirigenziali per come saranno configurate a seguito della riforma organizzativa in itinere. A tal proposito, il vicepresidente prof. Antonio Viscomi, che ha portato il suo saluto, ha informato le parti sullo stato del processo di riorganizzazione, evidenziando, in particolare, che i Dipartimenti hanno concluso il lavoro a loro affidato e che, pertanto, la prossima settimana gli esiti di tale lavoro saranno verificati a livello politico. viscomi ha,poi, segnalato l’importanza di definire in questa fase i criteri oggettivi di pesatura (e quindi i livelli retributivi) delle strutture dirigenziali, al fine di evitare l’incidenza di fattori esogeni, nonché la necessità di lavorare con immediatezza allo schema di interpello per l’allocazione dei dirigenti nelle nuove strutture. A seguito dell’incontro di oggi, nella prossima seduta di Giunta sarà esaminata la delibera di autorizzazione alla sottoscrizione del contratto decentrato 2013-2014 e, appena costituito formalmente il fondo contrattuale, sarà completata la negoziazione per l’anno 2015. In tal modo, sarà possibile riallineare il sistema contrattuale rispettando, per il 2016, il principio in virtù del quale il contratto decentrato deve essere stipulato all’inizio di ciascun anno e la valutazione sugli obiettivi raggiunti a fine dello stesso anno. Regole minime per una Regione normale.