Regione Calabria e “Save The Children” insieme per combattere la povertà educativa dei bambini

Palazzo-Campanella-Regione-CalabriaL’Assessore regionale al Lavoro e politiche sociali Federica Roccisano, ha sottoscritto, a Roma, con il direttore di “Save the Children” Raffaella Milano – informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta -un accordo di partenariato finalizzato al contrasto della povertà educativa in Calabria. “Secondo l’ultimo rapporto Istat, oltre un milione – ha detto l’Assessore Roccisano - sono i minori che vivono in condizioni di povertà assoluta, raggiungendo livelli allarmanti, mentre altri tre milioni e mezzo sono a rischio povertà ed esclusione sociale. Questi ragazzi durante l’arco della loro giornata vivono una condizione sicuramente difficile ed a differenza dei loro coetanei di altri paesi o città, oltre  a non avere alcuna opportunità, sono spesso tagliati fuori da molte delle attività educativo-culturali che viceversa sono alla portata dei loro coetanei”. A non garantire il presente e il futuro dei bambini non vi è solo la povertà materiale, ma anche la povertà educativa. La mancanza di opportunità educative,  infatti, può pregiudicare il rendimento scolastico e non contribuisce ad aumentare le possibilità di apprendere, sperimentare, sviluppare e far fiorire liberamente capacità, talenti e aspirazioni dei più piccoli. Inoltre, le più recenti teorie economiche e sociologiche sostengono un approccio multi dimensionale della povertà in cui alla povertà economica in senso stretto si associano aspetti come la scarsa partecipazione sociale, l’accesso ai luoghi culturali e un adeguato ambiente di vita. In tal senso contrastare la povertà educativa implica principalmente dare a tutti i bambini una scuola di qualità ma si ritiene altresì fondamentale garantire loro spazi educativi sul territorio, accesso al gioco e allo sport, alla cultura, la possibilità di leggere libri, conoscere la musica. “Siamo la prima regione italiana – ha detto ancora l’Assessore Roccisano – ad aver stipulato un accordo con “Save the children”. I dati relativi agli alti livelli di povertà educativa in Calabria ci hanno spinto a confrontarci con chi i dati li ha pubblicati e soprattutto con chi si occupa di contrasto alla povertà dei minori in tutto il mondo. Per  questo motivo abbiamo ritenuto opportuno come Regione di attivarci per migliorare la condizione di vita dei minori ed abbiamo inteso aprire una collaborazione con l’associazione internazionale “Save the Children” Italia onlus, che ha tra le proprie finalità quella di combattere l’esclusione sociale e le cui ultime rilevazioni nazionali in materia di povertà educativa hanno evidenziato forti difficoltà nella nostra regione. La Regione Calabria e Save the Children insieme intendono combattere i fattori determinanti le condizioni di disagio socio – economico delle famiglie in povertà affinché sia sempre preservato il diritto dei minori di vivere in un ambiente capace di garantire la sua crescita equilibrata e serena quale condizione fondamentale per contrastare, tra l’altro, i fattori determinanti la povertà educativa”.