Reggio, Ripepi sulla sanità: “Falcomatà fa rinviare il consiglio chiesto dalla minoranza da sei mesi”

reggio consiglio comunale 22 ottobre (8)“Il 18 Novembre presso il Ministero della Salute si è tenuta un’importantissima riunione tra i rappresentanti della Regione Calabria e quelli del Ministero della salute per la definizione dell’A.P.Q. (Accordo di Programma Quadro) che sancisce la programmazione e la realizzazione delle nuove strutture sanitarie calabresi nei prossimo anni. Mentre il Presidente della Regione Calabria Oliverio presente al Consiglio Comunale di Cosenza, si è prodigato di persona a sollecitare il Sindaco Mario Occhiuto ad indicare nel più breve tempo possibile adeguati spazi territoriali dove costruire il nuovo polo ospedaliero Cosentino, Scura ha invece ritenuto bene di disertare il Consiglio Comunale di Reggio Calabria in cui si sarebbe dovuto discutere ed approvare la mozione sulla sanità Metropolitana, tema d’importanza strategica e cruciale. La stessa fu presentata dalla minoranza già lo scorso diciotto Maggio e prevede la concreta realizzazione di un nuovo ospedale nella nostra città, nonché l’organizzazione dell’intero sistema sanitario metropolitano”, afferma in una nota il consigliere comunale di Forza Italia Massimo Ripepi. “Il Sindaco Falcomatà ha purtroppo commesso il gravissimo errore di non fare svolgere un Consiglio Comunale di una così delicata e nevralgica importanza anche in assenza del Commissario Scura. Forse Falcomatà – prosegue- non sapeva che l’APQ è in procinto d’esser approvato, pur senza una vigorosa quanto storica proposta da parte dell’amministrazione della nostra città. Lo svolgimento del Civico Consesso era invece indispensabile per cogliere l’occasione di produrre un documento unitario dell’Assemblea tanto più perché l’APQ della Calabria è oramai giunta in dirittura d’arrivo. Ancora una volta del prezioso tempo perso inutilmente, con la conseguenza quasi inevitabile di rimanere spiazzati ed il rischio di far scaturire e generare gravissimi danni per la sanità della nostra città e per la salute dei nostro concittadini. Non ci rimane che auspicare una immediata convocazione di un urgentissimo Consiglio Comunale “ad Hoc”, al fine di definire una strategia sanitaria efficace ed efficiente per l’utile comune della nostra città metropolitana, da recapitare al Commissario Scura ed al Presidente Oliverio. Il Sindaco Falcomatà – aggiunge- non può più rimanere in stand by, ma deve piuttosto prodigarsi ad attivare in tempi record tutti i necessari processi affinchè possiamo urgentemente comunicare alla Regione la disponibilità di un terreno dove poter costruire il nostro nuovo ospedale. Solo così facendo potremo farcela in extremis a farlo inserire nell’APQ, così come previsto nella mozione di minoranza del 18 maggio scorso, ma anche e soprattutto riusciremo a spuntarla nel sancire il principio imprescindibile per il quale il sistema sanitario non può che essere dimensionato ed organizzato all’interno del perimetro della città metropolitana. Se nell’APQ è stata inserita qualche altra proposta utile alla nostra città vorremmo saperlo in tempo utile per vagliarla. Oggi più che mai è necessaria ed indispensabile la presenza in Consiglio Comunale del Presidente Oliverio che deve garantire la nostra città così come ha fatto con Cosenza”, conclude.