Reggio, Quartuccio: “sensibilizziamo i cittadini al rispetto dell’ambiente e della nostra città”

Smart City“Una città in corretto rapporto con l’ambiente è capace di offrire e garantire benessere e il miglioramento della qualità della vita da una parte e, dall’altra, la tutela della salute dei cittadini e questo è da sempre all’attenzione dell’Amministrazione Falcomatà”, è quanto dichiarato dal consigliere Filippo Quartuccio. In tale direzione, ha operato la IV Commissione Consiliare Permanente “Lavoro, Sviluppo e Risorse U.E.”, grazie al prezioso suggerimento fornito dal Consigliere Paolo Brunetti, che ha inteso approfondire la tematica del decoro urbano e della sensibilità civica (veri motori di sviluppo), avviando una discussione in merito al prodotto che aiuta a smaltire correttamente le sigarette. «Anche se sono passati ormai diversi anni dall’entrata in vigore dell’ultima legge sulla regolamentazione del fumo passivo di sigaretta nei luoghi pubblici- ha proseguito il consigliere- è evidente a tutti che, se da un lato è stata tutelata la salute di una buona parte delle persone più vulnerabili (bambini, donne in gravidanza, ecc.) dall’altro lato, nostro malgrado, è stato creato involontariamente un danno ambientale, poiché, i fumatori – giustificati dalla mancanza di posacenere fuori dai locali pubblici- abbandonano ovunque e, senza scrupoli, i mozziconi». «Gli operatori ecologici segnalano l’impossibilità di rimuovere i mozziconi poiché molto spesso, per le loro piccole dimensioni si accumulano negli interstizi di pavimentazioni e griglie per lo scolo delle acque piovane e, quindi, di difficile accesso» ha dichiarato inoltre Quartuccio. In Italia, ma, anche all’estero, operano diverse società che, attraverso raccoglitori a muro di mozziconi di sigaretta in acciaio galvanizzato – da installare all’esterno di tutti i locali pubblici – contribuiscono, sia ad un corretto sistema di raccolta, sia al contenimento delle spese di nettezza urbana, si consideri che l’impatto ambientale delle sigarette consumate e disperse è considerevole se si pensa che, ogni mozzicone, necessita di un anno per degradarsi completamente se lasciato all’aria aperta. Ecco perché «la IV Commissione, convinta della necessità che gli enti amministrativi esercitino un ruolo fondamentale e attivo nell’educazione verso i cittadini per implementare il rispetto ed il decoro ambientale ritiene che, esaurite le valutazioni economiche sulla proposta e, effettuati gli opportuni accorgimenti, anche tecnici, sulla concreta attuazione dell’iniziativa, il prodotto è sicuramente utile e necessario anche nella nostra città. Ciò garantirà un risparmio notevole di costi al comune ai quali, direttamente o indirettamente, sono attribuiti i costi di pulizia strade e marciapiedi (saranno infatti gli stessi titolari degli esercizi pubblici a svuotare il cestello interno) ma soprattutto si avrà una maggiore pulizia per le strade cittadine e si eviterà di intasare i tombini di scolo delle acque piovane» ha concluso Filippo Quartuccio.