Reggio, il sindaco: “operazione straordinaria per la messa in sicurezza delle scuole e delle mense scolastiche cittadine”

Reggio, il primo cittadino: “quello della sicurezza degli studenti è un tema che in passato è stato totalmente sottovalutato”

scuolabus“Abbiamo avviato un’operazione straordinaria di verifica e di adeguamento igienico dei locali che ospitano le mense di tutte le scuole cittadine. La salute degli studenti è una priorità dell’Amministrazione e la verifica strutturale degli edifici e dei locali scolastici è un’emergenza non più rinviabile”. È quanto dichiara il Sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà al termine dell’incontro avuto stamani a Palazzo San Giorgio con i dirigenti del settore. “Quello della sicurezza degli studenti è un tema che in passato è stato totalmente sottovalutato - ha aggiunto il primo Cittadino - ad esempio sull’adeguamento igienico dei locali mensa fino ad oggi nessuno aveva posto il problema. Ma il rischio è quello che si continui a spostare la polvere sotto il tappeto, senza mai davvero affrontare la questione in maniera risolutiva”. “Proprio per questo – ha dichiarato ancora il Sindaco – ho dato mandato ai tecnici del Comune di avviare una ricognizione urgente dello stato igienico dei locali mensa delle scuole cittadine e successivamente una verifica dello stato strutturale degli edifici per far partire un’operazione straordinaria di ristrutturazione e messa a norma di tutti i locali frequentati dai nostri studenti. Sono questioni che per anni sono state continuamente derubricate, confinate in qualche cassetto impolverato. Dobbiamo attendere che accada qualcosa di irreparabile prima di intervenire? Abbiamo dato comunicazione alle autorità competenti dell’avvio dei procedimento di verifica. La salute dei nostri bambini non è un valore che possiamo affidare alla casualità o alla fortuna. La responsabilità di una classe dirigente si misura così: programmare oggi ciò che sarà necessario domani. La sicurezza delle nostre scuole è una condizione necessaria sulla quale non faremo un passo indietro”.