Reggio, il servizio “ChiamaBus” a disposizione dell’Università: firmato il protocollo d’intesa con la Provincia [FOTO e VIDEO]

Una convenzione siglata tra la Provincia di Reggio e Calabria e l’Università Mediterranea: nel corso della conferenza stampa di stamane, è stato presentato il già noto servizio “ChiamaBus” messo a disposizione degli studenti. “L’Università sta bene”, ha dichiarato il Magnifico Rettore, Pasquale Catanoso

protocollo d'intesa tra provincia e università mediterranea  (9)Un fruttuoso accordo tra la Provincia di Reggio e l’Università Mediterranea: di questo si è parlato stamane nel corso della conferenza stampa indetta appositamente nella Sala degli organi collegiali dell’Ateneo reggino.

I rappresentanti delle due parti coinvolte, infatti, hanno firmato un protocollo d’intesa mirato a salvaguardare e garantire un servizio ulteriore agli studenti. Tramite il progetto “ChiamaBus”, finanziato dai fondi comunitari e già portato avanti dell’Ente Provincia di Reggio per  agevolare i collegamenti con alcuni presidi importanti come gli Ospedali e l’Aeroporto, si vogliono incrementare le opportunità di usufruire del trasporto gommato sul territorio, attraverso un’organizzazione basante su una sorta di collegamento intermodale tra quelle che sono le postazioni cardine per gli studenti, come il porto o la Stazione, e l’Università.

“Con la convenzione stipulata – interviene un rappresentante degli studenti, membro del Consiglio d’amministrazione, Marco Patanèverrà garantito un servizio migliore agli studenti, che hanno partecipato in modo attivo e fattivo alla stesura della stessa, analizzando quali sono le reali esigenze di ognuno, considerando gli orari degli aliscafi, delle lezioni ecc. E’ stata rinnovata anche la convenzione con Ustica Lines, per quanto riguarda i pendolari messinesi, che va a migliorare ulteriormente la qualità dei trasporti, per abbattere i costi ed i tempi di percorrenza tra mezzi pubblici ed Università. Da noi, molti problemi sono stati già risolti”.

protocollo d'intesa tra provincia e università mediterranea  (3)Come spiegato poco fa, il servizio “ChiamaBus”, e si evince dalla parola stessa, è a chiamata, ma soprattutto è a costo zero per tutti gli studenti. L’Università si è occupata di prenotare tale servizio nei termini previsti per renderlo attivo: già dalla prossima settimana si potrà beneficiare dei bus presenti in diverse tratte: la Stazione, il Museo, il porto, il Ponte della Libertà nella rotonda per le Facoltà di Ingegneria ed Agraria, ed il tutto secondo orari studiati su quelli dei treni e degli aliscafi, nonché prendendo in considerazione alcuni siti giornalmente serviti dal trasporto pubblico locale.

Un’aggiunta, dunque, al trasporto gommato già presente sul territorio, che attraverso la convenzione siglata quest’oggi “andrà a risolvere molti problemi soprattutto degli studenti della Facoltà di Agraria, Ingegneria, Architettura”, parole del Magnifico Rettore Pasquale Catanoso, il quale aggiunge: “Al di là di tutto quello che si dice, abbiamo dei ragazzi splendidi: la struttura è tenuta benissimo, e ciò ci riempie di soddisfazioni! Apriremo in questi giorni – anticipa il Rettore - il nuovo collegio di via Roma: altri 50 posti destinati a studenti che vengono da fuori, dottorandi e studenti stranieri. Sarà presto aperto anche il nuovo ingresso all’Università!”.

protocollo d'intesa tra provincia e università mediterranea  (7)Ed in merito ai dati recentemente trasmessi da Il Sole 24 Ore, che vedono un notevole calo degli iscritti all’Università Mediterranea di Reggio, il Rettore Catanoso vuole rispondere per adesso così: “Da noi c’è una difficoltà oggettiva rispetto alla qualità dei servizi offerti agli studenti. L’Università è un fenomeno complesso, ma noi cerchiamo di dare lo stesso livello qualitativo e di conoscenza a livello nazionale. La Mediterranea – continua – è una piccola università, con pochi corsi di laurea e l’attrattività è riferita a queste cose, ma ricordiamo che la nostra università sta bene: nuovi centri di ricerca, tante iniziative, buoni rapporti interistituzionali come quello di cui stiamo parlato oggi, ne sono la prova. Vedremo al più presto cosa fare per riorganizzare l’offerta formativa”. Un’offerta che come si sa è stata ulteriormente arricchita quest’anno da un nuovo Corso di Laurea Magistrale in Economia, un corso che sta avendo dei buoni riscontri.

protocollo d'intesa tra provincia e università mediterranea  (1)“Disegniamo un pagina molto positiva per il territorio e per l’Università – afferma il presidente della Provincia, Giuseppe Raffa - Abbiamo sempre condiviso con il Rettore le strategie per il rilancio dell’Ateneo! Siamo lieti di poter contribuire con il progetto del ChiamaBus, che noi avevamo plasmato su due esigenze in particolare, gli Ospedali e l’Aeroporto, allargandoci anche alla vicina Messina. È  un servizio a chiamata – chiosa Raffa – che non ha la presunzione di andare a sostituire il servizio di linea. Noi abbiamo messo in campo tutte le strategie affinché l’appetibilità di questa Università venisse ribadita!”.

I dettagli tecnici del servizio, infine, sono stati stamane trasmessi da Mimma Catalfamo, responsabile per conto della Provincia: “il Servizio ChiamaBus – spiega – vuole garantire un certo tipo di mobilità. È un sevizio complementare a quelli di linea urbana. In città, è attestato, non funziona il sistema integrato dei trasporti, e vi è una carenza nel trasporto collettivo; abbiamo voluto spingere sul trasporto gommato. L’Università dovrà attivare il servizio prenotandolo almeno 15 giorni prima, come è stato già programmato, e gli orari e gli itinerari dei bus saranno quelli richiesti dagli studenti. Da parte nostra, saremo sempre disponibili per eventuali segnalazioni”.