Reggio, arresti per estorsione. Libera: “grazie alla collaborazione tra cittadini e istituzioni la ‘ndrangheta sarà sconfitta”

Reggio: tramite minacce, atti idonei diretti in modo univoco costringevano un noto imprenditore a corrispondere una somma di denaro a titolo estorsivo alle famiglie ‘ndranghetiste dominanti nel rione Archi

arresti-manetteLa rete territoriale di Reggio Calabria di “Libera esprime “viva soddisfazione per gli arresti operati dalla Squadra mobile della Questura reggina contro tre esponenti della ‘ndrangheta impegnati in un tentativo di estorsione ai danni di un privato e della ditta impegnata nei lavori di ristrutturazione di un immobile in pieno centro. L’attività delle forze dell’ordine e della magistratura, cui rendiamo merito per l’incessante lavoro svolto con professionalità e abnegazione, dimostra che, davanti alla presa di coscienza e alla tempestiva e piena collaborazione dei nostri concittadini, l’arroganza e il presunto potere delle cosche di mafia si sciolgono come neve al sole. Ancora una volta, Libera ribadisce che arresti come quelli appena effettuati possono e debbono rappresentare l’avvio di un cammino di riscatto per la nostra terra, segnato dalla fiducia e dalla collaborazione tra cittadini, associazioni e istituzioni. E’ questo l’inizio della fine della ‘ndrangheta e del suo sistema criminale che continua ad umiliare e soffocare Reggio e le sue speranze di dignità e benessere. Reggini, andiamo avanti su questa strada, uniti! Denunciamo con determinazione e fiducia i criminali che tentano di rubare ed estorcere il nostro futuro e che osano presentarsi davanti alle nostre case o dentro i negozi e le attività costruiti con i sacrifici di una vita. Siamo certi che, grazie al risveglio delle nostre coscienze, la ‘ndrangheta presto svanirà come un brutto incubo”.