Reggina, 10 punti nelle ultime 4 partite. Il segreto è Christian Tiboni

reggina palmese (120)Non è facile fare il centravanti, non è facile essere una punta centrale. Fare a sportellate, giocare per quasi 90 minuti spalle alla porta e aprire i varchi per gli inserimenti degli esterni o delle seconde punte. In questa Reggina il lavoro sporco è affidato a Christian Tiboni, fisicamente prestante e grande impegno messo a servizio della squadra. Un infortunio ha frenato il suo inizio di stagione, abbastanza lungo lo stop e il ritorno in campo nel secondo tempo di Frattamaggiore. Gli amaranto tornano a casa con l’ennesima sconfitta, ma sarà l’ultima di Novembre. Già con il Gragnano la storia cambia e Tiboni viene lanciato in campo dal primo minuto, sarà proprio lui a decidere il match. Gioca una discreta partita a Scordia e nel derby con la Palmese sfodera un ottima prestazione sfruttando le sue caratteristiche migliori, le sportellate e il gioco di sponda. Un suo assist viene sprecato da Bramucci mentre un altro viene messo dentro da Roselli. Finalmente arriva anche la tanto attesa vittoria esterna ad Agropoli che permette alla Reggina di affrontare con serenità il turno di riposo.

Tiboni è essenziale per la Reggina, Cozza ha bisogno del centravanti bravo a fare il lavoro dell’ex Atalanta. Le altre punte in organico non hanno nelle corde il gioco spalle alla porta, Arena e Bramucci sono due seconde punte mentre Zampaglione è abile e veloce a sfruttare i palloni che passano nell’area di rigore avversaria. A più riprese infatti si è parlato del recupero di Tiboni, da quel momento sono arrivati ben 10 punti in 4 partite. Non sarà un caso.