Palermo: in arresto Salvatore Profeta, capo della famiglia di Santa Maria di Gesù

Salvatore Profeta venne arrestato per la strage di via d’Amelio e scarcerato a ottobre del 2011 a seguito della revisione del processo

volante-notte-inseguimento-poliziaL’operazione antimafia denominata “Stirpe”, condotta dalla Polizia a Palermo ha portato all’arresto di Salvatore Profeta, capo della famiglia di Santa Maria di Gesù, già destinatario di numerose condanne per associazione a delinquere di stampo mafioso, estorsione e traffico di sostanze stupefacenti
Il boss mafioso, indicato da alcuni collaboratori di giustizia come “uomo d’onore” della famiglia di Santa Maria di Gesù sin dai tempi di Stefano Bontate, venne arrestato per la strage di via d’Amelio e scarcerato a ottobre del 2011 a seguito della revisione del processo: appena tornato in libertà, ha ripreso le redini del mandamento. La sua posizione di comando è stata riconosciuta sin da subito anche da altri esponenti mafiosi di spicco che in diverse occasioni si sono sottoposti al “rito del bacio in fronte” eseguito dal capo famiglia.