Messina, si è svolta la conferenza dal titolo “Famiglia, principio del bene comune: valore e tutela”

Dall’incontro è emerso quanto sia di vitale importanza attirare l’attenzione sulla famiglia

Famiglia, principio del bene comune valore e tutela“Famiglia, principio del bene comune: valore e tutela” è stato questo il tema della conferenza tenutasi venerdì 6 novembre presso l’aula “Tommaso Cannizzaro” del Rettorato dell’Ateneo messinese. Ad organizzarla un nutrito cartello di associazioni: il Comitato Sì alla Famiglia, il Forum delle associazioni familiari, Alleanza Cattolica, il Gruppo spontaneo “Insiemefamiglie” e il Comitato “Difendiamo i nostri figli”. L’incontro, che ha registrato la presenza di più di cento persone, presieduto dal professore Dario Caroniti, docente di storia delle dottrine politiche, ha avuto come relatore il dottor Marco Invernizzi, storico, ed esponente nazionale del Comitato Sì alla Famiglia. La conferenza è stata, inoltre, arricchita dall’intervento del dottor Samuele Mussillo in rappresentanza della Congregazione Evangelica Pentecostale di Messina. Durante la serata sono stati presentati tutti i Comitati locali “Difendiamo i nostri figli” nati in provincia di Messina. Tali organismi si stanno radicando in tutta Italia, in seguito alla grande manifestazione del 20 giugno scorso che ha portato in piazza San Giovanni a Roma un milione di persone per dire no all’introduzione della teoria gender nelle scuole e per contrastare – pur nel rispetto della dignità di ogni persona, qualunque sia il suo orientamento sessuale e con un fermo rifiuto verso ogni discriminazione – il ddl Cirinnà che introduce il matrimonio e le adozioni gay. Dall’incontro è emerso quanto sia di vitale importanza attirare l’attenzione sulla famiglia, in un frangente storico in cui il suo primato all’interno della società dal punto di vista culturale, fiscale e politico viene messo pesantemente in discussione. Bisogna, dunque, produrre uno sforzo informativo, formativo ed operativo affinché a vari livelli possa esprimersi la bellezza e l’importanza del nucleo familiare, composto da padre, madre e figli – così come richiamato anche dal dettato costituzionale – facendo emergere una cultura alternativa alle colonizzazioni ideologiche che giungono a negare la natura umana e quindi ad istituire leggi sfavorevoli nei confronti della famiglia e lesive, in taluni casi, addirittura del diritto alla libertà di espressione.