Messina, Providenti: un consiglio ai consiglieri

Dopo la criticità idrica, Messina incassa un altro colpo basso: è il turno di”Gettonopoli”. L’ex sindaco Providenti non tace la sua opinione, condividendola su Facebook

francoprovidentiÈ dal social network più famoso al mondo che proviene l’opinione dell’ex magistrato ed ex sindaco di Messina, Franco Providenti, sul recente caso “Gettonopoli”. L’ex sindaco, con tono decisamente incisivo e non affatto fraintendibile, ha tratto le sue conclusioni sull’argomento: ha espresso totale disaccordo con quella che chiama “la prassi comune” dei consiglieri di “firmare il foglio di presenza alle Commissioni e scappar via senza partecipare ai lavori”, in  modo tale da riuscire a “a lucrare retribuzioni non dovute”. Ciò delegittima gravemente il Consiglio, al quale consegna un ammonimento: “Le dimissioni dei consiglieri, sia di quelli già colpiti dall’intervento giudiziario e di quelli che ben sanno di essere a rischio, ritengo sia il solo modo per recuperare dignità per tutti, e per consentire un serio ritorno alla democrazia”. Un suggerimento duro ma doveroso, coscienziosamente volto a tutelare quel bene comune troppo spesso vittima di abusi.