Messina, porto di Tremestieri: Confsal e Ugl mettono in campo i legali

Le sigle sindacali adottano contromisure vista la scarsa propensione all’ascolto delle autorità cittadine in relazione alla vertenza che coinvolge i lavoratori del porto sito nella zona sud

tremestieri lavoratoriFast Confsal e Ugl Mare passano al contrattacco legale: il segretario della prima sigla, Antonino Di Mento, e il rappresentante della seconda, Guglielmo Pellegrino, in una nota hanno evidenziato come lo sciopero prosegua da 9 giorni e a dispetto di ciò nulla sia stato fatto dalle autorità competenti per la risoluzione della vertenza. “Si è fatto di tutto per ostacolare e oscurare il diritto allo sciopero” affermano gli stessi sindacalisti incalzando l’Amministrazione cittadina per il mancato sanzionamento dei tir, liberi di circolare in pieno centro cittadino a dispetto delle battaglie di bandiera. Da qui la decisione di procedere per vie legali: “le organizzazioni sindacali contestano l’inaccettabile atteggiamento del Sindaco anti-tir, con il quale si determina nei lavoratori un misto di rabbia e indignazione che alimenta, ancora una volta, forza ed unione per continuare con determinazione la loro lotta“.