Messina, l’Ic “Villa Lina-Ritiro” premiato per il concorso “Chiamami ancora amore”

Anche il sindaco della nostra città Renato Accorinti sarà presente alla premiazione a cui l’Istituto “Villa Lina-Ritiro” si collegherà via Skype per i riconoscimenti ottenuti

scuola studentiNell’ambito del Concorso nazionale “Chiamami ancora amore. Un altro mondo è possibile”, l’Istituto comprensivo “Villa Lina-Ritiro” si è distinto nei tre settori proposti: 1° premio al plesso “Cesareo” , classe IV primaria (settore “Coloriamo l’amore”); 2° premio al plesso “Cesareo”, classe II E secondaria di I grado (settore “Mettiamo in versi l’amore”); 3° premio all’Istituto comprensivo “Villa Lina Ritiro” (settore “Filmiamo l’amore”). Per questi meritati riconoscimenti si ringrazia il Dirigente scolastico prof.ssa Giovanna De Francesco che ha fatto dell’Educazione alla legalità il cavallo di battaglia del proprio istituto, il perno principale da cui prende spunto il PTOF della scuola e tutte le progettazioni ad esso collegate. I risultati ottenuti sono rilevanti ed oggettivamente inconfutabili in un ambiente ad alto rischio: debellata quasi totalmente la dispersione scolastica; si registrano solo casi di frequenza irregolare. La presenza delle famiglie a scuola è adesso collaborativa e propositiva. Un lavoro dalle svolto dalle docenti Anna Aprile, Piera Nolli, Pina Dato, Giusy Fusco e in sinergia con le istituzioni cittadine, le forze dell’ordine e con le associazione presenti sul territorio provinciale e nazionale tra cui “Libera”, “Addio Pizzo” ad “Agende Rosse”, “Don Pino Puglisi” La premiazione avverrà a Napoli il 12 e il 13 novembre 2015 in occasione della Festa nazionale di “Avviso pubblico”, di cui fanno parte gli Enti locali e le Regioni per la formazione civile contro le mafie, in collaborazione con il Comune di Napoli e l’Anci. Oltre alla realizzazione degli elaborati artistici per il concorso di “Avviso pubblico” la scuola ha intitolato – come richiesto dal bando di concorso – il teatro del plesso “Cesareo” a Graziella Campagna, una delle giovani donne la cui esistenza è stata travolta dalla violenza della mafia. L’inaugurazione ufficiale – alla quale saranno invitati i parenti delle vittime – sarà fatta non appena verranno ultimati i lavori di ristrutturazione dell’edificio e sarà ulteriore occasione per gli studenti di tenere sempre viva l’attenzione su modelli positivi di partecipazione e di convivenza civile, perché seguano l’esempio di quanti si sono impegnati per la ricerca della verità e della giustizia. Anche il sindaco della nostra città Renato Accorinti sarà presente alla premiazione a cui l’Istituto “Villa Lina-Ritiro” si collegherà via Skype per i riconoscimenti ottenuti.