Messina, intercettati 3 milioni e mezzo per l’edilizia pubblica

L’Amministrazione punta a realizzare interventi partendo da Giostra e Bisconte

sebastiano pinoCon decreto dell’assessore regionale alle infrastrutture sono stati ammessi al finanziamento i progetti presentati dal Comune di Messina nell’ambito degli interventi previsti dalla legge n.80/2014. E’ quanto assicurato dall’assessore comunale alle Politiche della Casa, Sebastiano Pino, che ha sottolineato: “L’avviso dell’Assessorato regionale era stato pubblicato il 17 luglio scorso, con un termine per la scadenza delle domande di ammissione al finanziamento fissato al 5 settembre. Gli uffici del dipartimento Manutenzione Immobili e del dipartimento Politiche per la Casa hanno lavorato incessantemente per tutto il mese di agosto, riuscendo a predisporre i progetti ammessi al finanziamento. Grazie al loro impegno siamo riusciti ad ottenere il finanziamento di 5 progetti per un totale di 3 milioni 505 mila euro che consentirà di recuperare 14 nuovi alloggi e di ristrutturare 144 alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica. Un duplice obiettivo è stato quindi raggiunto - continua l’assessore Pino – acquisire nuovi alloggi, con lavori di recupero di immobili inutilizzabili, per rispondere alla crescente domanda di emergenza abitativa, e con l’altra linea di finanziamento rendere più decorose e sicure molte abitazioni che necessitano di urgenti interventi di manutenzione straordinaria. In particolare, la prima linea di intervento consentirà di recuperare e rendere abitabili due alloggi sul viale Giostra e dodici a Bisconte. Con la seconda linea di finanziamento, sarà possibile realizzare un ampio progetto di ristrutturazione, messa in sicurezza ed efficientamento energetico di tutto il complesso ‘Zancle’ di Tremonti, 5 palazzine per un totale di 120 alloggi, mentre un altro progetto di manutenzione straordinaria riguarda 24 alloggi sul torrente Trapani. Buone notizie quindi su questo fronte - conclude Pino – che danno finalmente la possibilità di rispondere ad esigenze prioritarie“.