Messina: incontro dell’associazione nazionale del Fante

Fante 2Lo Studio Polispecialistico diretto dal Prof Giuseppe Mobilia che presiede il Centro Medico-Umanistico “Antonio Mazzarino “ ha inaugurato i locali rinnovati dando ospitalità e avvio a due qualificate organizzazioni e precisamente alla Presidenza della Sezione Provinciale dell’Associazione Nazionale d’Arma Ric. dal Ministero della Difesa del Fante, con l’intervento della Segretaria Provinciale Dott.ssa Silvana Foti, seguito dalla Dott.ssa Criminologa e psicopedagogista Argentina San Giovanni Coordinatrice del Centro Europeo di Studi Universitari Human Reghts of Peace dei CO.B-GE Corpi Blu di soccorso Internazionale e di Pace Inspired ONU-UNESCO-OMS- Il Direttore Prof Giuseppe Mobilia rivolgeva il saluto alle personalità ospiti presentii. A rappresentare la Delegazione o dell’Associazione del Fante di Barcellona Pozzo di Gotto era quale Delegato il Conte Angelo Molino della Torre; per la Cultura nel Territorio incaricato dal Consiglio di Presidenza del “Centro Europeo” era il Prof Cosimo Inferrera. Erano presenti inoltre .il Dott. Giuseppe Previti, la giornalista Maria Teresa Prestigiacomo, Presidente dell’Accademia Euro-Mediterranea delle Arti; il Dott. Michelangelo Marullo, la Dott.ssa Lidia Bentivegna, Presidente del Club Incontri Europe; il Prof Giuseppe Rando, la nota poetessa Rosita Orifici Rabe, il Dott. Franco Greco, I rappresentanti dell’Associazione Polizia di Stato ( Ente morale) Sezione di Messina. Venivano letti i messaggi di saluto del Presidente del Comitato Europeo dei Giornalisti, Dott.ssa Daniela Kleszczynski e del Rettore Emerito del Centro Europeo di Studi Universitari di Pace Prof Don Biagio Amata già Preside dell’Università Pontificia Salesiana di Roma. Il Prof Venuti già Prorettore dell’Università della Pace della Svizzera Italiana di Lugano teneva a comunicare che il “ll Centro Europeo ” da lui presieduto, ha due progetti in fase di realizzazione sui beni culturali e il rispetto della legalità , che vedranno il coinvolgimento degli studenti delle scuole di ogni ordine e grado dei comuni della Riviera Ionica e Tirrenica.

Rilevava ancora l’immediato avvio di lezioni intergeFantenerazionali multidisciplinari, che saranno svolte da docenti a titolo di volontariato. Il Prof Domenico Venuti invitava il Prof Michele Limosani, Prorettore dell’Università degli Studi di Messina ad intervenire. Il Prof Limosani, con una ampia e interessante relazione, poneva in rilievo la crisi morale ed economica della città di Messina, in posizione marginale rispetto a Palermo e Catania, perchè mancante di una seria politica economica con contrazione del numero di occupati nei diversi settori dell’industria e del commercio, con aumento del disagio economico e sociale, che pongono dati allarmanti .sulla disoccupazione giovanile. Rilevava che, a prescindere dal corretto intervento delle Istituzioni centrali, si impone una operazione diretta, , con una nuova visione strategica di sistema, coerente con la posizione geografica baricentrica, nel Mediterraneo e con le nuove linee di indirizzo dell’Unione Europea, nella realizzazione della grande area metropolitana dello Stretto Si soffermava inoltre sulle posizioni strategiche di Gioia Tauro, con i diversi e relativi fattori commerciali, mentre poneva al centro della sua argomentazione l’importanza della conurbazione tra Messina con la sua provincia e Reggio Calabria con Villa San Giovanni , Gioia Tauro e provincia. Concludeva il Suo intervento ponendo in rilievo i vantaggi economici porti da un possibile collegamento tra le due città dello Stretto, con il continuo passaggio di beni e servizi che velocemente potrebbero transitare dal Mediterraneo verso l’Europa.