Messina: in mostra “I figli della pietà”

Ricordare orfani e bambini abbandonati a Messina: questo l’obiettivo della mostra permanente “I figli della pietà”, allestita all’interno dei locali dell’ex I.A.I.

I-figli-della-pietà mostra messinaLa storia degli abbandoni è sempre satura e dolorosa, specialmente quando si tratta di separazioni fra madri e figli, volute o dovute. A Messina, nei locali dell’ex I.A.I, si tenta di farne memoria, raccontando l’esperienza del Brefotrofio provinciale. Si ripercorrono i tristi cammini attraverso libri, foto, medagliette, immaginette recise a metà, ciocche di capelli (improbabili segni di un futuro riconoscimento), che potranno essere visionate negli spazi espositivi ad essi dedicati. Con dovizia dal retrogusto mesto, si è tentato di dare un saggio dei toccanti episodi di abbandoni avvenuti nella città dello Stretto tra XIX e XX secolo. Rimasto in attività fino al 1980, il Brefotrofio provinciale raccoglie in sé le testimonianze di dolorose separazioni, di addii costretti, ma anche di barlumi di speranza, a prova di proiettile, di ricongiungersi, un giorno, con l’amata creatura, abbandonata, forse, proprio in virtù di quella stessa speranza, stavolta di concedere ai loro animi in crescita una qualche felicità che non si aveva l’opportunità di garantirle.