Messina, grandina a dirotto: San Saba isolato, negozi costretti a chiudere. Scenari quasi apocalittici senza allerta meteo

Qualcosa ieri non ha funzionato come doveva: la mole delle grandinate ha sorpreso gli esperti, rivelando l’impreparazione della città. E torna a galla, letteralmente, il problema dei tombini ostruiti, fra pali della luce caduti e cavi elettrici saltati

foto tratta dai social network

foto tratta dai social network

L’ondata di maltempo che si è abbattuta sullo Stretto ha causato seri disagi alla città. Le violente grandinate che si sono riversate in centro come in periferia hanno provocato notevoli difficoltà sotto il profilo viario in virtù dell’intasamento dei tombini e dei canali di scolo.

Così facendo non soltanto alcuni esercenti sono stati costretti a chiudere anzitempo la propria attività, abbassando la saracinesca per evitare ulteriori e più gravi allagamenti, ma numerosi automobilisti sono rimasti impantanati nelle arterie cittadine, rischiando ben più che un semplice ritardo.

grandine messina

foto tratta dai social network

Da via Primo Settembre a via Garibaldi passando per Piazza Cairoli: la città sembrava la protagonista di un frame di The day after tomorrow. La conta dei danni si è così resa necessaria. Secondo un primo bilancio provvisorio, un cavo elettrico in via Rosso da Messina si sarebbe spezzato, diversi lampioni si sono schiantati e un’automobile – a Ganzirri – è finita impantanata in un tombino saturo.

Ma c’è di più: perché a Santo Saba il torrente Giudeo ha straripato, invadendo l’unica strada comunale che collega le contrade Miano e San Filippo. Si è così incomprensibilmente ripetuto l’isolamento della zona, un isolamento stigmatizzato in passato dal consigliere circoscrizionale Mario Biancuzzo che denunziò insistentemente le condizioni indecorose delle opere fognarie e i rischi per la stagione invernale. Lo stesso auspica ora un interessamento della Procura.

Di là dalla competenza dell’Amministrazione, un incidente – a causa dell’asfalto bagnato – si sarebbe registrato anche sull’A18, nei pressi dello svincolo di Giardini Naxos. Due soggetti avrebbero riportato lievi ferite.

Resta, a margine, l’incredulità della popolazione, ormai abituata alla perenne allerta-meteo, non pervenuta in quest’occasione.