Messina, emergenza idrica. Meno sciacalli del previsto: le Fiamme Gialle tengono alta la guardia

Le operazioni a tappeto hanno rilevato maggiori irregolarità fra le aziende di trasporto che non negli esercizi commerciali

Foto Andrea Di Grazia/Lapresse

Foto Andrea Di Grazia/Lapresse

Le Fiamme Gialle di Messina stanno intensificando, in queste ore, i loro controlli capillari sul territorio comunale per contrastare le azioni di sciacallaggio legate alla crisi idrica. A tal fine sono aumentati gli interventi delle pattuglie, anche per prevenire l’insorgere di questi fenomeni. Nelle ultime due settimane, fanno sapere dal corpo, sono state ben 83 le operazione in materia di disciplina dei prezzi e vendita abusiva d’acqua. Fra le imprese di trasporto, sprovviste di autorizzazioni sanitarie e amministrative, sono state erogate sanzioni contro 4 realtà per il trasporto complessivo di 24mila litri d’acqua, mentre per la vendita al dettaglio o all’ingrosso delle acque minerali non sono state rintracciate irregolarità.