Messina, emergenza idrica. Crocetta contro l’Amam: un sistema medievale e tanta incompetenza

Il presidente della Regione ribadisce i frequenti contatti con l’Esecutivo nazionale: Stato e Regione stanno sopperendo alle mancanze della classe dirigente messinese

Foto Carmelo Imbesi - LaPresse

Foto Carmelo Imbesi – LaPresse

Il sindaco Accorinti prenda subito provvedimenti sul management di Amam. Stato e Regione sono dalla parte dei cittadini, e stanno facendo adempimenti che dovevano fare altri“. E’ questa la dichiarazione alla stampa offerta dal presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta, che ha attaccato la partecipata addetta all’erogazione additando “il sistema medievale” e “l’incompetente gestione” emersa in questa vicenda. Rivendicando i contatti continui con Palazzo Chigi, Crocetta ha stigmatizzato poi il disastro in atto, ove la rottura di una tubazione ha fatto sì che cedesse di schianto un impianto arcaico. “Nessuno cerchi di scaricare su Roma e sulla Regione incompetenze letali e mancati interventi che dovevano essere fatti in passato - aggiunge Crocetta -. La gestione dell’acqua a Messina è affidata a una azienda municipalizzata“.