Messina, emergenza idrica. Acqua a giorni alterni: un’opzione che resta sul banco

L’ipotesi è stata ventilata dai vertici dell’Amam. Si va incontro ad un lungo periodo d’incertezza

sede amamLuigi La Rosa, direttore generale dell’Amam, ha spiegato che la situazione a Calatabiano è quanto mai critica e che intervenire per saldare la conduttura danneggiata con lo smottamento in corso sarebbe pericoloso oltreché superfluo. Per La Rosa si può uscire dal guado o razionalizzando l’acqua in brevi fasce orarie o stabilendo, per il periodo a venire, una distribuzione a giorni alterni nel perimetro cittadino. “Possiamo intervenire sull’acquedotto ma non sul territorio circostante e tutto il versante jonico è a rischio da tempo” ha confermato Leonardo Termini, presidente della medesima partecipata.