Messina, concluso il vertice in Prefettura: riattivata l’unità di crisi. Arriva Crocetta

Dal confronto è emersa la gravità dello smottamento: istituzioni allertate, la crisi idrica è preoccupante

Foto Andrea Di Grazia/Lapresse

Foto Andrea Di Grazia/Lapresse

Il vertice in Prefettura in merito alla crisi idrica è terminato da pochi minuti. La gravità dello smottamento preoccupa le autorità, vieppiù considerata l’ampia lesione della condotta. Stefano Trotta ha così riattivato l’unità di crisi per monitorare costantemente la situazione, disponendo l’utilizzo degli autobotti ove si registra maggiore necessità. Contestualmente l’Esercito è stato precettato per sostenere gli sforzi della comunità in questa congiuntura difficile. Alla riunione prevista per le 16, cui parteciperanno i presidenti delle Circoscrizioni, prenderà parte anche il capo dipartimento della Protezione Civile Nazionale, l’ing. Fabrizio Curcio, ed il Governatore siciliano Rosario Crocetta. Curcio, classe 1966, fra il 2008 ed il 2012 è stato responsabile della gestione dell’emergenze. Della situazione è stata informata anche la Prefettura di Catania, atteso che il territorio interessato dalla frana è in quella provincia. A tal proposito è stata altresì assicurata la presenza alla programmata riunione dell’Ingegnere Capo del Genio Civile di Catania ed è stato richiesto l’intervento del Sindaco di Calatabiano.