Messina, ausiliari del traffico nel mirino: ancora spintoni e botte

L’Orsa denuncia il clima esasperante in cui opera il personale Atm: stipendi da fame e minacce continue, intervengano le autorità

ausiliario trafficoIn casa Atm c’è poco da star sereni: gli ausiliari del traffico, ormai da tempo, sono vittime a fasi alterne di aggressioni verbali e non. L’ultimo episodio si è registrato ieri mattina, quando un lavoratore della partecipata addetto al controllo delle strisce blu è stato prima bersaglio d’insulti e poi di spintoni. A far scattare l’indole violenta di un facinoroso sarebbe stato il verbale firmato dallo stesso impiegato della partecipata comunale. Da qui la denuncia dell’Orsa, che è tornata a chiedere all’Amministrazione un intervento netto per ovviare una criticità ormai arcinota. Mariano Massaro, a nome della sigla sindacale, ha così stigmatizzato quella che sta diventando una cattiva abitudine cittadina, “l’avventarsi contro i lavoratori che provano a far rispettare le regole“. Le aggressioni, a giudizio di quest’ultimo, crescono in maniera esponenziale nel tempo, ma gli interventi delle autorità per arrestare la spirale di violenza restano ancorati al nulla. “Ricordiamo - ha concluso Massaro – che si tratta di lavoratori con contratto part-time, impegnati in un’attività preziosa per la collettività con salari non paragonabili a quelli di un pubblico ufficiale“.