Messina, atto conclusivo del Salone dell’Orientamento [FOTO]

Tempo di bilanci per la tre giorni che ha fatto da apripista sia all’edizione reggina che si svolgerà il 12-13-14 novembre al Consiglio Regionale della Calabria che al Professional Day del 12 e 13 presso la Facoltà di Architettura

Salone Orientamento (1)“Pur essendo arrivati alla decima edizione del Salone dell’Orientamento, in realtà qui a Messina è stata la prima, il territorio ha risposto benissimo all’evento ma come ogni novità, ci sono sicuramente margini di miglioramento”. Queste le parole di Marco Garganese, Presidente della Cooperativa Cisme, ente organizzatore del Salone che chiude i battenti al Palacultura di Messina. Tempo di bilanci per la tre giorni che ha fatto da apripista sia all’edizione reggina che si svolgerà il 12-13-14 novembre al Consiglio Regionale della Calabria che al Professional Day del 12 e 13 presso la Facoltà di Architettura. “Oltre che in termini di riscontro concreto su tantissimi ragazzi – ha continuato Garganese - quello che traiamo da questa esperienza è che la sinergia che si è creata tra i partner promotori dell’evento ha dato sicuramente i suoi frutti”. Una collaborazione che ha raccolto allo stesso tavolo gli enti istituzionali dell’Area dello Stretto di Messina, ovvero Regione Calabria, Provincia di Reggio Calabria, dalla Città metropolitana di Messina, Comune di Reggio Calabria, Comune di Messina, Università Mediterranea Reggio Calabria, Università degli Studi di Messina, Azienda speciale In.Form.A della CCIAA di Reggio Calabria e CCIAA di Messina. Una task force che ha unito mondo accademico, istituzionale e imprenditoriale e che ha avuto come risultato, un afflusso di circa 2500 persone tra studenti che hanno partecipato al Salone e laureandi, laureati e giovani disoccupati che hanno incontrato aziende e sostenuto colloqui durante il Professional day, a Palazzo Mariani. “Sono impulsi positivi in momenti come questo che il nostro Paese sta attraversando con un Sud sempre più attanagliato dalla crisi economica. E allora, il Salone dell’Orientamento può essere un volano interessante per orientare i ragazzi, accompagnarli nel percorso di scelta universitaria e sostenerli nella ricerca di un’occupazione”.  Per questo, assicura il Presidente Cisme, questa neonata piattaforma istituzionale non è finalizzata solo all’organizzazione di tre giorni l’anno. “L’obiettivo più ambizioso è quello di riuscire a pianificare delle attività calendarizzate che coinvolgano anche scuole e Centri per l’impiego”. E mentre inizia il conto alla rovescia per l’edizione reggina, a Messina si parla già del futuro. Appuntamento al prossimo anno? “Questa è una promessa”, chiosa Garganese.