Messina, al via l’”Eco-Baratto”

In occasione della settimana europea per la riduzione dei rifiuti, il Comune e la Messinambiente, in collaborazione con la Banca del Tempo “Maneo Nemini”, hanno promosso, in via sperimentale in ambito cittadino, l’antichissima pratica dello scambio “Eco-Baratto” di oggetti in buono stato di manutenzione che, a causa del loro inutilizzo, potenzialmente costituiscono fonte di rifiuto.

locandina ecobarattoMercoledì 25 e sabato 28 saranno allestite al centro di raccolta (isola ecologica) di Pistunina alcuni stand per esporre i materiale di scambio (libri, piccoli elettrodomestici, vestiti, bigiotteria, giochi…). I cittadini che porteranno i loro oggetti riceveranno, per ogni pezzo portato, un buono utile per scegliere un altro oggetto tra tutti quelli disponibili. Il progetto di grande valenza educativa  offrirà la possibilità, non solo di risparmiare, ma anche di ridurre la propria impronta ecologica (indice statistico per misurare il consumo umano di risorse naturali con la capacità della Terra di riprodurle), condividendo le proprie cose con gli altri in modo utile, attivo e divertente. Nel rispetto della sostenibilità sociale ed ambientale, l’iniziativa favorisce il riuso dei beni ed un approccio più consapevole con le risorse, con un occhio critico verso gli sprechi, la società dei consumi, e l’usa e getta.

Lo scambio è di uno ad uno, seguendo la logica di non attribuire alcun valore alle cose che si sono “accantonate in soffitta” e delle quali vorremmo sbarazzarci; il valore dei beni oggetto dello scambio viene considerato sostanzialmente equivalente fra le parti, senza ricorrere esplicitamente ad una valutazione monetaria specifica. L’associazione Banca del tempo “Maneo Nemini” di Messina si occuperà dell’allestimento e di tutta l’organizzazione ed aiuterà coloro che barattano, sistemando ed esponendo selettivamente gli oggetti nei vari stand allestiti. Tutto il materiale, che al termine della manifestazione non sarà stato scambiato, sarà devoluto in beneficenza ad una associazione per essere utilizzato a scopo benefico. In questi anni i rifiuti urbani prodotti sono aumentati a ritmi elevati e preoccupanti, aggravando continuamente la situazione gestionale ed impiantistica. Una parte di ciò che oggi scartiamo e decidiamo di gettare potrebbe non diventare rifiuto.

barattoLo scopo del progetto è quello di favorire il riutilizzo di oggetti di varia natura altrimenti destinati allo smaltimento, restituendo loro una “seconda opportunità” e la logica su cui si basa va contro la propensione odierna allo spreco e al consumismo fine a se stesso, sostenendo lo sviluppo della cultura del riutilizzo degli oggetti che ci appartengono. Il regolamento prevede il servizio gratuito; l’obbligo di passare parola; ad ogni oggetto preso corrisponde un oggetto dato (di quelli ammessi); si accettano giochi, bici, passeggini, carrozzine, vestiti etc. di piccole dimensioni, puliti, in buono stato e riutilizzabili; l’oggetto consegnato viene inventariato; gli interessati alla consegna o al ritiro di un oggetto possono rivolgersi alla BdT “Maneo Nemini”; l’apertura mercoledì 25 e sabato 28 è prevista dalle ore 9 alle 17; le attività saranno promosse attraverso volantini e, in accordo con l’assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune, saranno coinvolte le scuole.