Melito P.S. (Rc): l’Unicef scende in piazza per i diritti nell’area grecanica

unicefL’Unicef di Reggio Calabria e nello specifico Il Circolo Volontari Unicef di Melito di Porto Salvo in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Montebello (Scuola Amica), in occasione della 26^ Giornata Internazionale dell’Infanzia e dell’Adolescenza del giorno 20 Novembre, ha organizzato la “Prima marcia dei Diritti dell’Area Grecanica”. L’evento, che rientra nel progetto “Verso una scuola amica dei bambini e delle bambine”, si terrà a Saline Joniche  con un raduno in Piazza Chiesa, giorno 28 Novembre alle 9.30. L’obiettivo principale della manifestazione sarà di promuovere i principi che sono stabiliti dalla “Convenzione Internazionale sui diritti dell’infanzia” approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, il 20 Novembre 1989. L’impegno dell’UNICEF deriva direttamente dalla Convenzione ONU, giorno per giorno l’associazione continua a battersi per dare voce ai bambini, voce che ancora oggi in molti Paesi del mondo rimane non ascoltata. L’UNICEF è da sempre una presenza importante nella scuola, sono tanti gli insegnanti, dirigenti scolastici, genitori e alunni che sanno di poter trovare un valido supporto nel loro impegno quotidiano per costruire una scuola amica dei bambini e dei ragazzi. L’iniziativa “Verso una scuola amica dei bambini e delle bambine” intende creare un sistema organico di interventi sociali e politici al fine di poter garantire ai minori l’opportunità di sviluppare la propria personalità, facoltà e attitudine. Inoltre si auspica di poter attivare una serie di processi che mirino a rendere la scuola un ambiente “a misura di bambino”. Dopo la marcia con i più piccoli, ci si sposterà presso la Palestra dell’Istituto San Padre Pio da Pietralcina, ove avrà luogo un dibattito riguardo al progetto “Comunità Amiche dei Bambini e delle Bambine” che sarà animato dai ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Montebello Jonico l’importante momento sarà presieduto e coordinato dal Presidente dell’Unicef Pietro Marino che dichiara: ”Ma l’Area Grecanica è un luogo per bambini ? Secondo noi , siamo ancora molto lontani dagli obiettivi europei nelle politiche dell’infanzia. Troppo scarsi i servizi per l’infanzia a cominciare dagli asili nido. La difficoltà principale che emerge quasi in modo uniforme in tutta la ns provincia , infatti, è quella di mettere a sistema le politiche per l’infanzia e l’adolescenza nell’area grecanica. Esiste un monitoraggio compiuto a livello istituzionale delle risorse dedicate all’infanzia e all’adolescenza nei paesi dell’area grecanica ? Vengono assunti gli oneri dalle istituzioni locali cosi come previsto dal Piano Nazionale dell’Infanzia ,che è legge di stato e  che rappresenta la cornice di riferimento per le politiche under 18. Da tempo lamentiamo la necessità di un coordinamento intercomunale in quest’area, delle politiche zero-diciotto. Nonostante la difficoltà che stiamo vivendo, molto è stato fatto, soprattutto dalle  associazioni che spesso si sono viste costrette a sostituirsi alle istituzioni, e questo non è un bel segnale. Chissà , la Marcia di oggi potrebbe essere la Prima di una lunga serie di azioni positive e condivise , Istituzioni permettendo, noi rispondiamo subito dando massima disponibilità allo sviluppo di queste buone pratiche e che investono vari livelli della vita dei ns paesi e ci rendiamo disponibili a fare sintesi tra sanità,scuola e governo del territorio passando anche per le istituzioni di pubblica sicurezza” In tale contesto avremo poi il piacere di ascoltare Isabella Palamara – referente Comitato UNICEF città di Melito Porto Salvo – che introdurrà l’iniziativa e l’autorevole testimonianza del Dott. Tito Squillaci, pediatra e volontario attivo Unicef, ed ancora da segnalare l’intervento di Emanuele Mattia, coordinatore del progetto a Reggio Calabria. All’appello non mancherà il Comando Provinciale “Vigili del fuoco Reggio Calabria” da sempre ambasciatore Unicef, gradita la presenza del Consigliere Comunale Pierpaolo Zavettieri, quella del Dirigente Scolastico, Fortunato Praticò, che ha saputo aprire le porte a questo importante evento e quella del Sindaco di Montebello Jonico, Ugo Surace. “Ci auguriamo che questo sia un ulteriore passo in avanti - dichiara Isabella Palamara - dopo il primo già compiuto a Melito, che aveva visto la collaborazione del Consultorio del “Tiberio Evoli”, a tal proposito, bisogna ricordare che parte del merito del lavoro svolto in quell’occasione, va alla Responsabile del Progetto “Insieme per l’allattamento al seno”, la dott. Giulia Carerj. Siamo molto felici – aggiunge la Referente – di poter proseguire ulteriormente a Montebello Jonico, ed in particolare in una scuola, punto di fondamentale per i giovani del futuro. Speriamo che il progetto possa ampliarsi sempre di più e che molte più realtà vorranno avvicinarsi a noi per poter realizzare una città amica dei bambini.”