Melito P.S. (Rc), la lettera dei consiglieri di maggioranza ai cittadini

Incendio a Melito di Porto Salvo 27 giugno 2009 007Di seguito la lettera dei consiglieri comunali di maggioranza alla popolazione di Melito Porto Salvo:

Aver intrapreso questa esperienza amministrativa nel nostro comune, in un momento storico di gravi disagi e immani difficoltà, non ci ha mai spaventati né demotivati. Fin dall’inizio ci siamo concentrati su un’azione politica vissuta come una missione: essere al servizio della nostra comunità, agire nell’interesse ed in rappresentanza di tutti i cittadini con scrupoloso impegno, con onestà e trasparenza, nel rispetto delle regole e del senso di responsabilità, che sono alla base di una nuova coesione sociale, politica, economica ed amministrativa. Un’azione politica che segna sicuramente un “netto cambio di rotta”. Per anni siamo stati abituati ad immobilismo d’intenti e protagonismi disperati che hanno condotto la nostra cittadinanza ad una forte instabilità politica ed a una crisi economica tale che lo scenario che fino ad oggi si è palesato agli occhi di tutti noi è stato di assoluta inerzia e consequenziale declino. L’andare controcorrente rispetto alle forze politiche del passato è stata per noi la scelta più opportuna al fine di cercare, seppur in tempi non brevissimi, di spingerci attraverso una “normalità democratica” verso un processo di rinnovamento produttivo ed amministrativo. Potremmo mai sentirci colpevoli di aver, fin da subito, “lottato” chi negli ultimi vent’anni ha provocato il disastro economico/sociale in cui versiamo? Potremmo mai ritenerci colpevoli di non aver condiviso la scelta di chi ha “usato” i soldi di noi cittadini per progetti e consulenze inutili o di chi ha lasciato le casse del comune senza un euro? Abbiamo preferito, fin dall’inizio del nostro mandato, concentrarci sulla possibile risoluzione dei problemi che abbiamo ereditato, non affrontandoli con superficialità (questa la lasciamo ai nostri predecessori/antagonisti) ma con la dovuta onestà e perseveranza che orgogliosamente vantiamo. Stiamo affrontando disastri del paese uno ad uno, ecco perché non ci sentiamo di poter badare o considerare le provocazioni che continuamente ci giungono da parte di una pur minima compagine politica o di qualche testata giornalistica o emittente televisiva ancorate, a tutt’oggi, ad una posizione ostile, avversa e poco costruttiva. Il paese necessita di altro. Risanare dovrebbe essere la parola d’ordine, ma non per tutti è così. Siamo consapevoli del fatto che esercitare funzioni amministrative ci espone all’interesse ed al giudizio dell’opinione pubblica e questo non ci preoccupa proprio perché l’onestà accompagna fin dal primo giorno il nostro operato. Ci spiace, altresì, l’atteggiamento di quei giornalisti, pochi per fortuna, che abusando del mezzo stampa in maniera del tutto scorretta travisano le notizie e con spregiudicata disinvoltura calpestano la dignità di noi amministratori di questo paese. Abuso che spesso sconfina nella diffamazione. Nel rispedire al mittente insinuazioni, insulti, illazioni e polemiche di ogni tipo, speranzosi che questa consueta tattica delle maldicenze, e della cultura del sospetto lasci spazio a critiche costruttive nel doveroso rispetto dei ruoli, gli assessori, il Presidente del consiglio e i consiglieri di maggioranza tutti esprimono piena ed incondizionata fiducia nell’operato e nelle iniziative poste in essere fin qui, dal Sindaco Giuseppe Salvatore Meduri.

F.to
Concetta Patrizia Crea
Ylenia Maria Zappia
Fabiana Cuzzucoli
Domenico Marcianò
Emma Toscano
Bruno Sergi
Scrivo Paolo
Natale Praticò
Maria Apollonia Bruni
Rocco De Pietro