Mazzarrà, vince la linea di Tirrenoambiente: la discarica non sarà demolita

Il Tar di Catania dà torto al Comune e alla Regione che hanno agito con superficialità

discarica di MazzarràLa demolizione della discarica di Mazzarrà non s’ha da fare: il Tribunale Amministrativo di Catania ha infatti dato ragione alle istanze legali della società che gestisce la struttura, quella Tirrenoambiente funestata dalle inchieste. La disposizione del Comune, volta a lasciare macerie in assenza di autorizzazioni edilizie, è stata considerata superficiale: “Nell’ordinanza di demolizione impugnata – si legge nella sentenza – si afferma ‘frettolosamente’ l’assenza totale di qualsiasi titolo edilizio con riguardo alle opere elencate, mentre viceversa parte ricorrente ha dato atto dell’esistenza di pregressi provvedimenti autorizzatori“. Mancando misure preventive di revoca delle licenze in autotutela da parte dello stesso Comune, l’estrema ratio non sussiste e perfino l’analogo provvedimento disposto dall’assessorato regionale va cassato per un vizio di motivazione, in assenza di spiegazioni sull’interesse pubblico correlate all’eventuale ritiro.