Maltempo in Calabria, Pastorelli (Psi): “subito risorse per la Regione, presentata interrogazione”

(APRILI)- ALLUVIONE, LA MAREMMA DEVASTATA CONTA I DANNI E PIANGE LE SUE VITTIME | MARCIANO (GROSSETO) 15/10/2014 ALLUVIONE, LA MAREMMA DEVASTATA CONTA I DANNI E PIANGE LE SUE VITTIMEFOTO GIACOMO APRILE / INFOPHOTO“L’alluvione che si è abbattuta sul Sud Italia pochi giorni fa ha messo in ginocchio, per l’ennesima volta, la regione Calabria. In particolare, la provincia di Reggio, è tutt’ora alle prese con gli ingenti danni causati dal maltempo. Nel comune di Taurianova, cittadina a forte rischio di dissesto idrogeologico, è scomparso Salvatore Comandè, 43enne trascinato dal torrente San Nicola esondato. In tanti oggi si chiedono se questo lutto poteva essere evitato, visto che per la messa in sicurezza del corso d’acqua furono stanziati 900.000 euro nel 2007: tale progetto non risulta ancora completato. In attesa di assegnare lo stato di calamità alla regione, dunque, vanno stanziate risorse considerevoli per la salvaguardia dei territori calabresi. Per questo ho chiesto ai ministri Galletti, Delrio e Padoan se non ritengano necessario adottare ogni provvedimento di spesa per ripristinare le opere danneggiate e quali programmi intendano adottare, nella prossima legge di stabilità, per dare sollievo ai comparti produttivi calabresi gravemente colpiti dagli ultimi eventi calamitosi. In ambito nazionale, invece, la destinazione annuale dello 0,3% del Pil italiano alla messa in sicurezza dei territori, come da noi proposto, appare l’unica soluzione possibile”. Così Oreste Pastorelli, deputato del Psi e componente della commissione Ambiente della Camera, nell’interrogazione parlamentare presentata ai ministeri dell’Ambiente, delle Infrastrutture e dell’Economia.