L’Associazione “Basta Vittime sulla SS106”: “giustizia per Franco Nisticò”

franco_nistico-ASCIUGA-SUDOREL’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” apprende “con grande soddisfazione il dispositivo della sentenza relativa al processo per la morte del compianto Franco Nisticò, eroe calabrese ed indimenticato Presidente del primo Comitato per la S.S.106 in Calabria, ma anche di ex Sindaco di Badolato (CZ). L’Associazione abbraccia idealmente la Famiglia Nisticò e gioisce insieme a loro per una sentenza che finalmente ridà giustizia ad una delle vicende più tristi della storia della Calabria dopo una lunga fase processuale durata quasi 5 anni. Rimaniamo addolorati solo per aver dovuto constatare che il Tribunale di Reggio Calabria ha riconosciuto l’impianto accusatorio e, quindi, ha confermato che Franco Nisticò, un uomo che ha trascorso la vita a lottare per l’interesse generale di tutti i cittadini calabresi, è deceduto per colpa dell’incomprensibile rifiuto di un operatore sanitario – oggi condannato per delitto colposo – che avrebbe potuto salvargli la vita semplicemente adoperandosi al meglio nel fare il suo dovere al quale però è venuto meno nonostante fosse stato tempestivamente e ripetutamente sollecitato da un Vigile Urbano. Questa vicenda non può lasciarci indifferenti: Franco Nisticò, conosciuto da tutti per la passione politica e per le battaglie combattute in favore dell’ammodernamento e della messa in sicurezza della S.S.106 e dei diritti e dei bisogni delle popolazioni del Sud è deceduto per colpa di quella che notoriamente è vista dall’opinione pubblica come “la Calabria peggiore”. Fatta di superficialità, di irresponsabilità e, molto spesso, di sofferenza nei confronti del proprio lavoro. Resta, infine, il rammarico per ciò che Franco Nisticò avrebbe potuto dire e dare oggi alla Calabria ed a chi – come noi – lotta per una nuova e sicura S.S.106, quali considerazioni e riflessioni avrebbe espresso sulle condizioni in cui versa oggi la strada Statale 106 nella locride e nel resto della Calabria jonica e, soprattutto, quale manifestazione avrebbe suggerito di organizzare per far capire al Governo Renzi che il Ponte sullo Stretto non serve perché nella nostra regione abbiamo priorità infrastrutturali più urgenti”. L’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” ricorda “con commozione Franco Nisticò, esulta per una sentenza che da giustizia anche a chi, come noi, sente di aver perso il più valido e preparato punto di riferimento nelle battaglie per una S.S.106 diversa e migliore e conferma la massima stima ed il rispetto più assoluto per l’operato di un uomo che ha condotto una battaglia dura ma necessaria creando le condizioni necessarie affinché anche altri oggi potessero continuare il suo percorso nel suo esempio”.