La rabbia del 72enne rocker francese Johnny Halladay: “prenderei un’arma e andrei a combattere contro l’ISIS”

isis“Se non fossi un cantante, prenderei un’arma e andrei a combattere” contro l’Isis: e’ la sfida lanciata dal 72enne rocker francese Johnny Halladay, che ha dovuto annullare un concerto a Bruxelles per l’allarme terrorismo. L’”Elvis francese”, come e’ soprannominato Halladay, ha raccontato in un’intervista a Le Parisien di aver provato “un profondo disagio” quando ha appreso delle stragi di Parigi al termine di uno spettacolo che aveva tenuto proprio il 13 novembre. “L’indomani ho cominciato a sentirmi male”, ha spiegato. Il cantante ha anche rivelato che conosceva alcune delle vittime della mattanza al teatro Bataclan, dove i terroristi hanno aperto il fuoco contro gli spettatori del concerto del gruppo californiano Eagles of Death Metal. “Dobbiamo mostrare agli assassini che non abbiamo paura, che continueremo a vivere”, ha aggiunto. Halladay, grande amico dell’ex presidente francese Nicolas Sarkozy, ha promesso di recuperare a marzo il concerto che ha dovuto annullare a Bruxelles.