Il tour del PalaComieco approda a Reggio: “riciclare, divertendosi” [FOTO e VIDEO]

Dal 19 al 22 novembre, a Reggio Calabria, in Piazza Indipendenza, sarà possibile visitare la struttura itinerante che Comieco da dieci anni porta nelle piazze italiane: l’obiettivo, sensibilizzare grandi e piccini sul riciclo di carta e cartone

palacomieco a reggio (3)Quattro giorni in cui piccoli e grandi potranno visitare la struttura itinerante che Comieco- Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base cellulosica ha portato qui a Reggio Calabria (leggi qui). Da oggi al 22 novembre, infatti, presso Piazza Indipendenza, la struttura, inaugurata stamane, sarà aperta dalle ore 9.00 alle ore 19.00, con ingresso libero. Una promozione ed un’educazione sulla raccolta differenziata di carta e cartone, quella portata avanti in collaborazione con il Comune di Reggio e AVR S.p.A., trasmessa alle scolaresche in visita tramite un linguaggio giocoso e attrattivo.

“Il cartone non è mai stato così animato!” si legge su quelli che sono diventati mobili, panchine, sgabelli, interamente realizzati con il cartone, protagonista indiscusso nelle pareti dei padiglioni e, come suddetto, nelle installazioni interne.

Da 10 anni il PalaComieco viaggia per l’Italia, e anche nella nostra città adesso chiunque potrà addentrarsi nel mondo del riciclo di carta e cartone, con visite guidate nei vari padiglioni della struttura sui diversi tipi di carta ed imballaggi, “da toccare con mano in una galleria di ‘ritratti’ che ne raccoglie le varie tipologie”; si passa poi al secondo padiglione, dove si mostra il funzionamento delle diverse fasi del ciclo del ricliclo di carta e cartone, sperimentandole tramite speciali postazione interattive, per poi concludere soffermandosi sui benefici di tale riciclo: “un quiz a squadre mette alla prova i ragazzi su quanto appreso con domande alle quali si potrà rispondere agendo direttamente sui ‘pulsanti’ stampati sul cartone con lo speciale inchiostro bare conductive. Le tre squadre che saliranno sul podio avranno una coppa in cartone da personalizzare. Per tutti un gadget e materiale informativo in carta riciclata”.

palacomieco a reggio (7)Divertirsi, riciclando: è questo il messaggio che si vuole lanciare, e che si è lanciato a partire da oggi qui a Reggio Calabria durante l’inaugurazione odierna, a cui hanno presenziato Piero Attoma, Vice Presidente Comieco, Agata Quattrone, Assessore alla Mobilità del Comune di Reggio Calabria, Antonino Zimbalatti, Assessore comunale all’Ambiente, Claudio Nardecchia, Amministratore Delegato AVR S.p.A., ed il sindaco di Reggio, Giuseppe Falcomatà.

“Reggio ha risposto bene, anche se ogni tanto si siede”, così alla stampa, Piero Attoma, che prosegue dicendo: “cred0, però che bisogna essere ottimisti perché si sente che c’è la voglia di migliorare e quindi far si che la raccolta differenziata di carta e cartone abbia la possibilità di incrementare questi pochi chili che attualmente sono come risultato pro capite dell’azione dei reggini”. Il vice presidente Comieco è anche intervenuto dinnanzi ai bambini della scuola “Carducci” di Reggio Calabria, oggi in visita presso i padiglioni. Insieme a lui, ad intervenire, anche il sindaco Falcomatà, il quale si è dimostrato orgoglioso dell’evento che si sta svolgendo nella nostra città, “che forse sta iniziando ad alzare la testa, a mettersi ai livelli delle altre città metropolitane del Paese. Fino all’anno scorso – prosegue - la città faceva pochissima raccolta differenziata: abbiamo superato quella soglia del 25%, che ci consente di non aumentare la tariffa sullo smaltimento dei rifiuti; naturalmente dobbiamo fare molto di più. Dai rifiuti può nascere sempre qualcosa! Non ci accontentiamo della sufficienza, ma vogliamo ottenere i risultati massimi e lo dobbiamo fare tutti insieme, dai più piccoli ai più grandi. I fondi comunitari della programmazione 2014-2020 – dichiara infine Falcomatà alla stampa – parlano proprio di riciclo, di riuso, di riutilizzo; parlano di un miglior rapporto con l’ambiente che il cittadino deve riavere e parlano, dunque, di città in cui sia bello vivere, in cui la qualità della vita sia migliore rispetto a quella che c’è adesso”.

palacomieco a reggio (14)Anche Claudio Nardecchia, il quale definisce l’Avr, che rappresenta, “il braccio operativo dell’amministrazione”, ricalca l’importanza della raccolta differenziata, che “ci permette di recuperare dei rifiuti, eliminare o ridurre gli sprechi. Oggi stiamo raccogliendo molto più carta e cartone rispetto ad un anno fa, anche se si deve fare ancora tanto: oggi l’andamento della raccolta di carta e cartone è sulle 380-400 tonnellate per mese, ma contiamo di raddoppiarla. Gli obiettivi che abbiamo sono toccare la soglia del 35% di raccolta differenziata nel complesso, con una carta e cartone che si attesterà attorno alle 700-800 tonnellate per mese; proprio per questo, nelle ultime settimane abbiamo apportato delle modifiche al servizio finalizzate ad intercettare una maggiore quantità di carta e cartone”.

palacomieco a reggio (16)Da quanto è emerso, sono già prenotati più di 600 alunni per i quattro giorni della tappa di PalaComieco a Reggio Calabria, coloro che a detta dell’assessore Zimbalatti sono “il futuro. Voi dovete giocare a fare la raccolta differenziata – dice rivolgendosi ai bambini presenti – Le tre R: rifiuti, riciclo, riutilizzo sono essenziali per la nostra città. Ci prefiggiamo di raggiungere livelli più alti per quanto riguarda la raccolta differenziata, che sono il 35-40%. Chiaramente, la differenziata non è soltanto un obiettivo percentuale, ma un obiettivo di qualità. Riciclare significa anche un ritorno non solo ecologico, ma di natura economica per le città che ottengono questi brillanti risultati: le città del Nord non sono diverse da quelle del Sud; i cittadini hanno una cultura diversa, e noi stiamo puntando ad educare principalmente i giovani per fare una raccolta differenziata sempre più qualitativa, anche nell’ottica di una Reggio turistica”.

“E’ divertente anche riciclare”, ribadisce il tema l’assessore Quatrone, che parla di impegno, ma anche di creatività, messa in campo da Comieco. “Introduciamo queste nuove pratiche, soprattutto verso i più piccoli, e l’iniziativa di Comieco si muove verso tale direzione”, è il pensiero di Agata Quattrone, la quale nota l’utilizzo, nei diversi padiglioni, delle nuove tecnologie che “captano” l’interesse dei bambini.