Il Crotone per la prima volta a San Siro, che festa a Milano: 10.000 calabresi per un evento storico

Il Crotone è pronto al suo grande appuntamento con la storia: domani sera alle 21:00 a San Siro contro il Milan, previsti 10.000 spettatori nel settore ospiti

san siro stadioA Crotone è già festa: oggi in migliaia sono partiti dalla città di Pitagora, sul litorale jonico, per raggiungere Milano e altri partiranno domani. Saranno oltre 10.000 i tifosi calabresi assiepati nel settore ospiti per la prima partita dei rossoblù nella Scala del Calcio, di cui oltre 5.000 in partenza o già partiti dalla Calabria, con la speranza che l’anno prossimo si possa ripetere anche in serie A perchè il Crotone sta disputando un’eccezionale cavalcata e si trova secondo in classifica in serie B ad un solo punto dal Cagliari capolista.

LaPresse/Valerio Andreani

LaPresse/Valerio Andreani

Il Milan di Sinisa Mihajlovic dovrà comunque faticare per avere la meglio dei pitagorici che sono entusiasti di poter giocare a San Siro ma non si daranno certo per vinti. Sarà uno scontro tutto balcanico in panchina tra il serbo e il croato Ivan Juric che guida i calabresi. Proprio Juric in conferenza stampa ha detto che ”le grandi della serie A sono di un altro livello, giocano un altro calcio, un altro sport rispetto a noi: hanno un approccio completamente diverso. Ma noi non andremo li’ come i bambini che chiedono le maglie ai grandi campioni; noi andremo li’ a giocare al calcio, voglio una prova di grande dignita’. E’ chiaro che la differenza e’ enorme, ma se giocheremo una gara dignitosa, comunque vada, saremo soddisfatti, noi e i nostri tifosi“.

crotone (3)Stanno partendo diversi autobus organizzati gia’ da mesi per l’evento, i voli da Crotone e Lamezia sono pieni, ci sono anche voli prenotati da Londra e Berlino. Per non parlare delle centinaia di studenti ed emigrati che vivono tra Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e che in questo Milan-Crotone vedono molto di piu’ che una partita di calcio. L’appuntamento per tutti e’ a mezzogiorno in piazza Duomo, per dare il via ad una festa che alla fine potrebbe coinvolgere circa cinquemila persone, andando ben oltre le ragioni squisitamente calcistiche.