Il 20 novembre è la giornata internazionale per i diritti dell’infanzia

infanzia“Il 20 novembre si celebra in tutto il mondo la giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e per ricordarlo, il circolo reggino di ‘Generazione Famiglia’ ha affisso in città centinaia di locandine. Nel manifestino vi è rivolto a tutti l’invito a difendere insieme il diritto più elementare di ogni bambino, ovvero il diritto ad avere una mamma ed un papà. Un diritto elementare che oggi è minacciato dalla possibilità di approvare in Italia le cosiddette unioni civili, altrimenti dette matrimonio gay. Nel ddl Cirinnà già approdato in Senato, infatti, tramite lo strumento della stepchild adoption, si apre all’adozione per le coppie dello stesso sesso negando così ad un bambino la possibilità di avere e di conoscere la propria mamma o il proprio papà. Inoltre, la stepchild adoption legittimerà l’utero in affitto, una pratica barbara che sfrutta la povertà ed il corpo di una donna e riduce il bambino ad una cosa, ad oggetto, a merce da poter acquistare”, scrive in una nota Giorgio Arconte, portavoce ‘Generazione Famiglia’ circolo di Reggio Calabria. “Tutto questo mentre in Italia, secondo fonti Istat, per ogni bambino adottabile presente nelle case famiglia, ci sono in attesa ben 10 coppie disponibili ad adottare ma con tempi lunghissimi e scoraggianti. Anche le adozioni all’estero – prosegue- risultano problematiche, la Commissione per le Adozioni Internazionali, presieduta direttamente dal premier Renzi, non si riunisce da giugno 2014 e tutto l’Istituto sembra bloccato con grossi imbarazzi internazionali. Riteniamo che la priorità di ogni governo, al di là del suo colore, debba essere proprio l’interesse di questi bambini, per questo occorrerebbe un maggiore impegno nel campo delle adozioni piuttosto che lasciarsi distrarre dagli interessi di una piccola ma ricchissima lobby”, conclude.