Gallico-Gambarie: stato di agitazione del Comitato dei Cittadini

Gallico-Gambarie“Il Comitato dei Cittadini – scrive in una nota il portavoce Stefano A.Priolo- che dal 2003 segue – passo dopo passo – l’odissea del terzo ed ultimo lotto della strada a scorrimento veloce Gallico – Gambarie, riunitosi d’urgenza Venerdì 20 novembre 2015, per approfondire l’allarmante notizia -prosegue- del pronunciato fallimento della COOP COSTRUZIONI DI BOLOGNA (Vedi “Repubblica.it del 18.11.2015 – “Bologna, via alla liquidazione di COOP COSTRUZIONI: la rabbia dei lavoratori”) – impresa, come noto, capofila del Consorzio che si é aggiudicata la gara di appalto per la realizzazione del III° lotto della SSV Gallico-Gambarie;

Premesso: a) che a seguito di notizie stampa, dopo aver provato senza esito a contattare l’Amministrazione Provinciale, già in data 13 novembre ha indirizzato ai Presidenti della Regione, del Consiglio Regionale, della Provincia di RC ed ai Sindaci della Vallata del Gallico, una lettera con la quale ha chiesto all’Autorità di Gestione del POR-FESR Calabria per essere convocato, unitamente all’Ente appaltante, “per fare immediata chiarezza su come stanno le cose e verificare, nel contempo, la messa in atto di ogni adempimento di legge ancora necessario perché sia completata la procedura di legge e, finalmente, aperto il cantiere ed iniziati i lavori”; b) che si tratta di una “grande opera”di rilevante importanza strategica per il sistema di trasporto su gomma per l’intera Area dello Stretto ed il collegamento in emergenza della Sicilia, rifinanziata col POR-FESR Calabria 2014/2020; c) che é necessario ed urgente chiarire come stanno le cose, dopo il fallimento della COOP COSTRUZIONI e come l’Ente appaltante intende procedere, con ogni urgenza, ad assicurare la spedita realizzazione dell’opera; Considerato che la richiesta di incontro formulata alla Regione – conclude-non ha avuto, allo stato, alcun esito e che cresce la protesta dei cittadini, decide:

  • di sollecitare la richiesta di convocazione inoltrata il 13 novembre u.s. all’Autorità di Gestione del POR Calabria – c/o la Giunta Regionale a Catanzaro;
  • di chiedere ai Sindaci interessati di voler condividere l’azione del Comitato;
  • di proclamare lo stato di agitazione dei cittadini della Vallata del Gallico e del Comune Capoluogo.
  • di dare mandato al Portavoce del Comitato di inviare il presente comunicato alla Regione, alla Provincia, a S.E. Il Prefetto, ai Sindaci dei Comuni interessati ed all’intero sistema della comunicazione.
  • di riunirsi ad horas per seguire costantemente gli sviluppi della situazione”.