Cosenza, insediato il Comitato per il “VI° Centenario della nascita di San Francesco di Paola”

COMITATO SAN FRANCESCOIl Presidente della Regione Mario Oliverio ha insediato il “Comitato per il VI centenario della nascita di San Francesco di Paola”, alla presenza del Padre Provinciale dei Minimi Padre Gregorio Colatorti, del Presidente della Provincia di Cosenza Mario Occhiuto e del Sindaco di Paola Basilio Ferrari. Il Presidente Oliverio, in apertura dei lavori, ha indicato, come suo delegato, il consigliere regionale Giuseppe Aieta che, negli ultimi tempi, ha molto insistito perché si nominasse il comitato in vista delle celebrazioni del prossimo anno. La Regione, intanto, sta proseguendo il suo viaggio internazionale attraverso attività mirate, in Italia ed all’estero, con l’obiettivo – informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta – di promuovere la propria vasta offerta nel campo del turismo religioso. Dopo la tappa di Poznan 2015, dove la Regione Calabria ha presentato all’Europa il neonato progetto “Itinerari Religiosi”, pensato soprattutto per destagionalizzare l’offerta turistica, il tour ha toccato, durante la scorsa settimana, l’International Travel Show di Varsavia (TTW). Il TTW è stato un ulteriore occasione per approfondire la conoscenza dell’offerta turistica della Calabria, a partire dalla valorizzazione dei culti e delle culture locali, attirando l’attenzione di un pubblico internazionale sulle potenzialità della Regione, attraverso attività mirate ed attentamente studiate, in vista soprattutto delle importanti celebrazioni previste per il 2016 in onore di San Francesco di Paola. Quindi, mentre a Varsavia, si svolgeva un’ intensa attività di promozione dei luoghi di fede, in Calabria, alla “Cittadella” regionale, il Presidente Oliverio dava vita ad un importante strumento per veicolare il messaggio sociale di Francesco da Paola, attraverso eventi sobri ma che, nel corso dell’anno, possano incidere sulla valorizzazione dell’immagine della Calabria. “È un settore delicato ed importante quello del turismo religioso – ha dichiarato il Presidente Oliverio – perché muove persone animate dalla fede. La figura di San Francesco deve essere indicata quale patrimonio di umanità, umiltà e semplicità. Il Comitato per il VI centenario della nascita di San Francesco di Paola ha l’importante responsabilità di avviare delle azioni che siano frutto di una riflessione su valori quali altruismo e abnegazione di cui non ha bisogno solo la Calabria, ma il mondo intero”. Concordi gli altri membri del comitato che, ognuno per la propria parte, svolgeranno attività condivise che troveranno sintesi nelle decisioni del Comitato. Il Padre Provinciale dei Minimi, Padre Gregorio Colatorti, ha evidenziato come sia necessario legare le celebrazioni al Giubileo a temi quali la solidarietà e la Misericordia. Il presidente della Provincia Mario Occhiuto, dal canto suo, ha proposto di focalizzare il tema dell’emigrazione calabrese nel mondo, unito alla devozione verso il Santo. Il Sindaco di Paola, Basilio Ferrari, ha chiesto di inserire nel programma per le celebrazioni tutte le iniziative del comune dilatando il più possibile il periodo delle celebrazioni. Infine, il Consigliere Giuseppe Aieta ha chiesto di pervenire in tempi rapidi ad un programma da sottoporre al Comitato ed al Presidente Oliverio, impegnandosi a convocare, sin da subito, una prima riunione presso il Santuario di San Francesco da Paola. In questo spirito, la Regione Calabria a Varsavia per prepararsi nell’anno giubilare ad accogliere i fedeli in visita ai luoghi del Santo, ha rivolto al mondo degli operatori esteri un “workshop” formativo ed informativo a favore dei numerosi Tour Operator presenti in occasione del grande evento in Polonia. Un momento d’incontro in cui gli operatori calabresi e, in rappresentanza della Regione, Gianni Guido, hanno illustrato, non solo l’importanza delle tradizioni sacre, ma anche lo splendore dei mari, dei panorami, ed i dettagli dell’offerta ricettiva. A Varsavia la Regione, nell’ottica di una più ampia e popolare divulgazione delle proprie atmosfere mistiche , ha dato anche il via ad un “Road Show europeo” dedicato ai nostri “Itinerari Religiosi” . Durante tutta la manifestazione un camper brandizzato con immagini significative dell’offerta turistico/religiosa ha sostato, infatti, fuori dallo stabilimento fieristico per invitare il grande pubblico a partecipare ad attività interattive pensate per diffondere la conoscenza dei giacimenti culturali del territorio calabro in modo ludico, senza dimenticare di far degustare il grande patrimonio enogastronomico locale. Una modalità dunque alternativa per diffondere la conoscenza della meta turistica Calabria all’estero, e aprire una ulteriore fetta di mercato ai prodotti enogastronomici della regione. Questo rappresenta solo uno dei primi passi concreti messi in atto dalla Regione verso il rilancio del comparto turistico. Il progetto “Itinerari Religiosi” ha individuato due aree pilota di grande valore turistico per iniziare la promozione: “La Riviera dei Cedri” e “La Riviera dei Gelsomini”. Sono questi territori ricchi di testimonianze artistiche e religiose, per iniziare un viaggio alla scoperta della Calabria. Grazie a questo progetto sarà possibile diversificare l’offerta turistica già esistente, arricchirla e svelare la propria intima natura ad un pubblico sempre più ampio, guidandolo alla scoperta delle proprie radici in un incontro tra arte, natura ed eccellenze eno-gastronomiche. La Calabria è terra di paesaggi meravigliosi: dalle sue coste, limpide e costellate di spiagge e suggestive scogliere, alle montagne con le sue valli, i boschi e le cascate. Ma è anche una terra di storie millenarie e di culture che si intrecciano, dove sono emerse figure importanti, giganti del pensiero che meritano di essere conosciuti in modo più approfondito per contribuire a cambiare l’ immagine della Calabria in Italia e all’estero. Attraverso operazioni articolate come questa la Regione mette in atto l’inizio di una strategia complessiva che possa portare l’affermarsi di un positivo Brand Calabria nel mondo.