Cosenza, Bruno propone l’aggiornamento del Piano Provinciale dei Trasporti

sciopero-trasporti-primo-marzo“Il progressivo indebolimento dell’intero sistema dei trasporti calabrese rappresenta, senza dubbio, un elemento di grande preoccupazione oltre che un evidente impedimento alla programmazione e allo sviluppo locale del nostro territorio. L’affermarsi di una logica di smobilitazione e il perdurare di un tentativo di perversa razionalizzazione contribuisce a indebolire, ulteriormente, una realtà già sacrificata e soffocata da ingiuste scelte di politica locale, con disastrose conseguenze sul piano delle relazioni sociali, economiche, produttive e occupazionali. Il superamento della grave situazione di crisi economica del paese e, in particolare, della nostra regione richiede l’attenzione e l’impegno responsabile di ogni articolazione istituzionale,  al fine di stimolare un serio e meditato ragionamento attraverso il quale, con forza e intransigenza,  possano essere unanimemente sostenute  necessità  e  priorità.   È per questo che si è ritenuto utile e urgente proporre agli operatori del Settore, alle forze sindacali,  l’avvio dell’iter di aggiornamento del Piano Provinciale dei Trasporti della Provincia di Cosenza, per alimentare un confronto dialettico finalizzato alla elaborazione di una proposta concreta di programmazione dei servizi in ambito provinciale”. È quanto afferma il Consigliere delegato ai Trasporti della Provincia di Cosenza, Franco Bruno, a margine degli incontri svoltisi, nella sede della Provincia, con le organizzazioni sindacali e i rappresentanti delle imprese operanti nell’ambito dei servizi di T.P.L. Secondo Bruno, “ogni processo di razionalizzazione è da coniugare con le istanze, i bisogni che, nelle diverse e variegate espressioni, le comunità esprimono. Nulla può essere se non in funzione della ricerca di nuove e più adeguate condizioni di sviluppo,  per mezzo delle quali continuare ad alimentare la speranza di cambiamento”. Per il Consigliere delegato“La legge 56/2014 (legge Del Rio), che attribuisce alla Provincia, tra le altre, la funzione fondamentale della programmazione dei servizi di trasporto di ambito provinciale, impone il compimento di uno sforzo rilevante, finalizzato all’aggiornamento del quadro dei servizi e alla proposizione di programmi orientati al soddisfacimento delle esigenze di mobilità degli studenti, dei lavoratori, degli uomini e donne di questa terra. In questa prospettiva – ha continuato Bruno – c’è  bisogno dell’impegno di tutti, per costruire, come sempre, una comune e condivisa proposta istituzionale”.  Nel concludere, il consigliere delegato ai Trasporti ha osservato la necessità di attivare un confronto istituzionale con la Regione, al fine di costruire un sistema di mobilità moderno, efficace e rispondente alle necessità dei calabresi.