Cinquefrondi (Rc), il consiglio comunale ricorda Antonio Sorbara

consiglio comunale cinquefrondiIl Consiglio Comunale di Cinquefrondi, convocato dal Presidente del consiglio per oggi alle 10:00, si è aperto con le consuete comunicazioni del Sindaco Conia. La tragica scomparsa del compianto Antonio Sorbara, uno dei più grandi sostenitori di Rinascita, stimato per le sue doti umane politiche e di appartenenza, ha gettato inevitabilmente una coltre di tristezza e di dolore tra i banchi del Consiglio. Il Sindaco ha ricordato il suo impegno personale e dell’Amministrazione in direzione della risoluzione del problema di Calabria Verde. Crede che la risoluzione sarà vicina e si farà carico di informare tempestivamente chi ha deciso di confrontarsi nelle sedi opportune. A chi ha deciso di non esserci, a chi anche oggi ha deciso di abdicare al proprio ruolo, crede che non sarà possibile comunicare altro. Il Consiglio Comunale aveva come unico punto all’o.d.g. la rinegoziazione dei mutui. L’Amministrazione in concerto con gli organi tecnici, ha deciso di comune accordo, anche con le minoranze, di rinegoziarne sette. Questi consentiranno un’oppressione fiscale minore oltre a consentire di utilizzare le somme per spese di investimenti di prospettiva. Un problema non solo tecnico dunque, seguito da altri comuni e che è stato pienamente condiviso. Bisogna però registrare, senza polemica alcuna ma con estrema durezza, che una parte della popolazione di Cinquefrondi ha dovuto fare a meno della sua rappresentanza in quanto il gruppo PD non si è presentato in aula. L’Amministrazione naturalmente, nella correttezza, che la strada del confronto e dell’inclusione è l’unica a poter dare buoni risultati, si farà carico essa stessa di rappresentare anche quella parte che non ha più voce nei luoghi istituzionali. Il gruppo Uniti per il Popolo con il consigliere Cascarano ha voluto evidenziare come necessario il confronto come unico mezzo di crescita. Ci sono, cose che sono battaglie comuni su cui valgono poco le appartenenze politiche. Continuerà ad essere presente in Consiglio, dove vorrà misurarsi, anche in maniera dura, nelle questioni di merito, certo non sulle idee preconcette o contro uomini di questo Consiglio che ritiene rispettabili. Dunque augura buon lavoro ai neoconsiglieri comunali e riconferma, sulle battaglie relative a Calabria Verde, il suo impegno e quello del suo gruppo a fianco del Sindaco e dei cittadini di Cinquefrondi. Ritiene però di non voler partecipare al voto della rinegoziazione dei mutui e di denunciare ulteriormente questa politica nazionale che continua a sminuire le amministrazioni locali. Nelle conclusioni, il Sindaco, ricorda come molti mutui siano stati accesi quando qualcuno dei consiglieri era piccolo o forse neanche nato. Si sarebbe aspettato forse, negli anni passati, l’accensione di un mutuo per sistemare la rete idrica e fognaria, le quali versano in uno stato pietoso. Attendiamo una manovra finanziaria che già ci fa intendere come a pagare saranno ancora i comuni ed i loro cittadini. Anche l’ANCI dovrebbe far sentire forte la voce di chi rischia, da qui a poco, a non averla più. Noi per altro, stiamo cercando di mettere un po’ di ordine e di far rivivere le casse comunali. I cittadini saranno, come sempre, informati e ne avranno piena consapevolezza.