Basket: alla Vis Reggio lo scontro al vertice contro il Val Gallico

La contesa iniziale fra Spencer e TramontanaLa Vis Reggio Calabria si aggiudica il big match (si affrontavano la prima contro la seconda della classifica) contro il Val Gallico e si laurea campione d’inverno con due giornate di anticipo. È stata una gara bellissima, di rara intensità agonistica e altrettanta correttezza, sia in campo che sugli spalti, con giocate spettacolari di alto livello tecnico. Un vero e proprio spot per la pallacanestro calabrese. Il tutto davanti a una cornice di pubblico di categoria superiore, che al termine dell’incontro ha riversato applausi scroscianti in egual misura a vincitori e vinti. I padroni di casa, alla luce dell’andamento complessivo della gara, hanno meritato la vittoria, ma il Val Gallico non è uscito affatto ridimensionato dalla contesa, dimostrando di occupare degnamente la seconda piazza della graduatoria.
Fin dalla palla a due si capisce subito che lo spettacolo è di quelli per palati fini. I due quintetti si sorpassano e contro sorpassano di continuo, entusiasmando le rispettive tifoserie. Gli ospiti giocano meglio in avvio e chiudono la prima frazione avanti di quattro lunghezze (15-19), con la Vis che si aggrappa alla verve offensiva di capitan Stracuzzi e alla lucida regia di Franzò per rimanere in scia.
Nel secondo periodo la musica cambia. I bianco/amaranto del duo D’Arrigo/Farina piazzano un parziale iniziale di 9-0 avviato da una tripla di Arillotta e cambiano radicalmente l’inerzia del match. Lobasso in entrata regala per la prima volta la doppia cifra di vantaggio ai suoi (38-27 al 17mo). Una doppia cifra che rimane fino all’intervallo (43-31).
La terza frazione sembra la fotocopia della seconda. La Vis esce fortissima dagli spogliatoi, stringe le maglie difensive e vola a +20 (53-33) con una perentoria schiacciata di Warwick che costringe coach Gebbia al time out immediato. Partita chiusa? Niente affatto. Il Val Gallico, trascinato dall’ex Barrile in versione monstre (mvp e top scorer del match con 22 punti) non molla la presa. Due triple in fila del play scuola Viola riportano il Val Gallico a -10 (62-52) all’inizio dell’ultimo periodo.
Un 6-0 interamente timbrato da Warwick ricaccia indietro gli ospiti (68-52), ma non è ancora finita. Cinque punti in un amen di Matteo Laganà e due liberi dello scatenato Barrile riportano il Val Gallico a -5 (73-68). Viglianisi prima e Luca Laganà poi falliscono le triple che avrebbero portato gli ospiti a -2 e reso il finale incandescente. Scampato il pericolo, ci pensano Spencer e i liberi di Stracuzzi a mettere in ghiaccio il nono sigillo consecutivo della Vis, fissando il punteggio finale sul 78-70.
Questo il tabellino della partita:
Vis Reggio Calabria – Val Gallico 78-70
(15-19, 43-31, 62-49)
Vis Reggio Calabria: Stracuzzi 21, Costantino 2, Lobasso 7, Warwick 21, Spencer 12, Franzò 6, Arillotta 9, De Stefano N.E., Bonaccorso N.E., Cedro N.E., Gerardis N.E. Allenatori: D’Arrigo/Farina.
Val Gallico: Viglianisi 15, Tramontana 12, Neri, M. Laganà 11, M. Laganà 6, Barrile 22, Fiorillo, Suraci 4, Muscatello, Bellantone N.E., Vazzana N.E., Egwoh N.E. Allenatore: Gebbia.
Arbitri: Antonio Travia e Aldo Travia di Gioia Tauro.

Risultati ottava giornata: Villa-Pollino 74-66, Siderno-Nuova Jolly 63-66, Lamezia-Rende 97-87, Vis-Val Gallico 78-70, Crotone-Botteghelle 54-83 (ha riposato Catanzaro).
Classifica: Vis 18, Val Gallico 14, Botteghelle 12, Catanzaro 10, Lamezia* 8, Villa* 6, Nuova Jolly 6, Rende 4, Pollino 4, Siderno* 2, Crotone* 2.
Prossimo turno (5/6 dicembre): Pollino-Crotone, Rende-Villa, Val Gallico-Lamezia, Nuova Jolly-Catanzaro, Botteghelle-Siderno (riposa Vis).
*Crotone, Villa, Siderno e Lamezia una gara da recuperare.