Area portuale integrata dello Stretto, pieno sostegno della Lega Navale

porto di gioia tauro“Quanto affermato nei giorni scorsi dal consigliere regionale Domenico Battaglia e dai sindaci dell’Area dello Stretto Falcomatà e Accorinti, in merito all’accorpamento delle Autorità Portuali di Messina e Gioia Tauro – incontra la nostra più convinta adesione ed il nostro pieno sostegno. Noi crediamo tuttavia che l’idea progettuale si caratterizzi nel segno di quel sistema integrato in grado di valorizzare le peculiarità dei porti calabresi e messinesi. Se leggiamo attentamente il Piano strategico nazionale della portualità e della logistica approntato dal Ministro Delrio è già previsto l’accorpamento delle Autorità Portuali di Massa e La Spezia, realtà che ricadono territorialmente in regioni diverse, ma accomunate sul piano geografico e non solo“, scrive in una nota il presidente della Lega Navale Italiana Sezione Reggio Calabria Sud, Dott. Antonino Caratozzolo. “Non capiamo il perché di tante polemiche su questo tema abbiamo assistito sulla stampa nelle ultime settimane, quando se utilizzassimo lo stesso ragionamento, si potrebbe dire o meglio ancora fare per l’area del porto di Gioia Tauro e di Messina; anche perché grazie alla realizzazione di questo ambizioso progetto l’organismo nascente dalla fusione delle Autorità Portuali di Gioia Tauro e Messina, diventerebbe la prima Autorità Portuale d’Italia sia in termini di estensione che di importanza e questo consentirebbe di competere con i porti di livello internazionale”. E’ assolutamente indiscutibile -prosegue- l’interscambio tra Reggio e Messina in campo culturale, universitario, professionale, sociale, il grande progetto di ‘conurbazione’, s’innesti nello storico rapporto di relazioni ed a tal proposito significativo contributo alla realizzazione dell’area integrata dello Stretto lo potrà dare la Conferenza permanente interregionale all’uopo costituita dalla Regione Calabria. Se si vuole dare senso e seguito al progetto dell’Area integrata dello Stretto -aggiunge- l’effettiva operatività della Conferenza diventa, dunque, un passo fondamentale ed imprescindibile anche per sostenere dinanzi al Governo centrale le istanze delle comunità rappresentate. Pieno sostegno, dunque, alla proposta avanzata dai sindaci dell’Area dello Stretto, modificando in tal senso il Piano strategico nazionale della portualità e della logistica. Secondo noi il conseguimento di questo importantissimo obiettivo aprirà all’intera Area del Mediterraneo insperate e forse ultime occasioni di sviluppo”, conclude.