Alluvione in Calabria: uomini e mezzi a lavoro per ripristinare i collegamenti interrotti dalle forti piogge

brancaleone (3)Prosegue incessante il lavoro dell’Anas impegnata in queste ore con uomini e mezzi per rimuovere fango e detriti da moltissime strade della regione al fine di ripristinare il regolare flusso del traffico. A causa delle incessanti piogge permangono alcune limitazioni sulle strade della rete di competenza.

La situazione più critica lungo la strada statale 106 ‘Jonica’ nel tratto compreso dal km 50,000 al km 120,000, in provincia di Reggio Calabria, in più punti interessato da interruzioni dovute a frane e danneggiamenti provocati delle mareggiate e dalle piene dei torrenti. Dalla sera di venerdì 30 ottobre, presso la Prefettura di Reggio Calabria, si stanno coordinando le attività operative di emergenza per l’individuazione di percorsi alternativi locali che consentano di bypassare i tratti interrotti della strada statale 106 a seguito degli ingenti danni subiti anche dalla viabilità provinciale.

Nel dettaglio, tra i comune di Bruzzano Zefiro e Brancaleone, nei pressi del km 66,000, per effetto della forte mareggiata la SS 106 è interrotta a causa di un allagamento che ha provocato ingenti danni al piano viabile. Al Km 72,000, nei pressi di Ferruzzano, le squadre di pronto intervento Anas sono a lavoro per rimuovere i detriti di  una frana che impedisce il transito e per verificare lo stato dei costoni rocciosi lungo a lato della strada. In località Ardore, al km 91,000  si registrano rallentamenti a causa di detriti sul piano viabile. Sono attualmente in corso le attività di rimozione e pulizia della sede stradale. Nella notte, in corrispondenza del Torrente Allaro (nel comune di Caulonia), si è resa necessaria l’interdizione al traffico del tratto all’altezza del Km 122,000 a causa del cedimento di un tratto di strada. Attualmente il traffico è deviato sulla SP 89.

Per la lunga percorrenza nord-sud si consiglia l’uso della Autostrada A3 ‘Salerno-Reggio Calabria’ e delle strade statali trasversali quali la SS 682, la SS 280 e la SS 534 che consentono il collegamento est-ovest.

Sempre in provincia di Reggio Calabria, è interrotta la strada statale 670 ‘dei Piani di Aspromonte’ nei pressi del comune di San Roberto a causa dell’esondazione di un torrente. Sulla strada statale 18 ‘Tirrena Inferiore’ sono presenti alcune frane tra il km 505,000 e il km 519,000 (località Bagnara). Sono tutt’ora in corso le operazione di rimozione dei detriti presenti sul piano viabile.

Sulla strada statale 182 ‘delle Serre Calabre’, il traffico è bloccato a causa di una frana al confine tra i comuni di Chiaravalle e Torre Ruggero, nel pressi del km 62,000. Sul posto sono presenti le squadre dell’Anas per cercare di ripristinare, anche solo provvisoriamente, la circolazione viste le numerose interruzioni alla viabilità locale provocate da smottamenti nei pressi dell’abitato di Torre Ruggero, in provincia di Catanzaro, che attualmente risulta isolato.

In provincia di Cosenza al momento si segnalano rallentamenti sulla strada statale 481 ‘della Valle del Ferro’, intorno al km 17,000, dove da venerdì sera sono in corso gli interventi di rimozione dei detriti. La strada è presidiata dal personale Anas per garantire la sicurezza della viabilità.

Anas raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web http://www.stradeanas.it/traffico oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione `VAI Anas Plus`, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Gli automobilisti hanno poi il numero 841-148 ‘Pronto Anas’ per informazioni sull’intera rete Anas.