A Reggio un percorso di educazione alla legalità “Legal…insieme”

LegalinsiemeAnche quest’anno il mese di Novembre vive la settimana di impegno civile per i diritti dei minori ed il contrasto alla violenza sulle donne e, per quest’appuntamento, la segreteria Provinciale del SIULP (Sindacato Italiano Unitario Lavoratori di Polizia), il sindacato di Polizia maggiormente rappresentativo, nell’ambito della campagna di sensibilizzazione sulle tematiche inerenti il rapporto con il territorio, ha voluto essere presente anche quest’anno e fornire il proprio contributo, promuovendo il percorso di educazione alla legalità denominato “Legal…insieme”, in collaborazione con il Coordinamento donne della CISL di Reggio Calabria. L’occasione è stata offerta dalla “Giornata internazione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”, che si celebra il 20 Novembre, e in memoria della “Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, che ricorre il prossimo 25 Novembre, e da alcune iniziative intraprese dagli istituti scolastici e dalle amministrazioni comunali della provincia. Una serie di eventi incentrati sulla tematica riguardante il femminicidio, durante i quali sarà proiettato il cortometraggio “Lui, era mio padre – pensieri di una bambina mai nata”, realizzato dalla segreteria provinciale del SIULP, una storia vera raccontata attraverso gli occhi delle vittime, in una prospettiva diversa. Il primo appuntamento è per Venerdì 20, alle ore 10.00, presso l’ITT “Panella-Vallauri” per una conferenza agli studenti sul titolo “Dal disagio alla violenza”, alla presenza, tra gli altri di Mariella SQUILLACE, Psicologa e responsabile del Centro per l’abuso ASP di Reggio Calabria, e Giuseppina GAREFFA, direttrice dell’ufficio sociale per i minorenni di Reggio Calabria.

Nel pomeriggio, invece, per i “I venerdì deFoto Franco Caracciololla conoscenza”, organizzati dal Coordinamento Donne della CISL e del SIULP di Reggio Calabria,  nell’ambito del progetto “UNIAMO LE GENERAZIONI”, e per contrastare i fenomeni di violenza, alle ore 17,00, presso la palestra Principe di Piemonte di Reggio Calabria, si svolgerà una dimostrazione e prova gratuita di difesa personale, con l’assistente capo Francesco Cuzzocrea, docente Ministeriale Difesa Personale della Polizia di Stato. L’iniziativa, denominata “Fiori D’acciaio”, è rivolta a tutti, in particolare alle donne, ai bambini ed agli anziani. Martedì 24, invece, alle ore 17.30, il SIULP parteciperà alla settimana del fiocco giallo, organizzata insieme all’amministrazione comunale di Villa San Giovanni ed all’assessorato alle pari opportunità, guidato dalla dott.ssa Mariagrazia RICHICHI, presso la sala della Parrocchia Maria Ss. Del Rosario. All’importante iniziativa parteciperanno, tra gli altri, Carlo INDELLICATI, presidente del Collegio Penale del Tribunale di Palmi, Daniela DE BLASIO, consigliere provinciale di parità e presidente del Conservatorio “F. Cilea” di Reggio Calabria, e Giacomo ROMEO, psichiatra ASP Reggio Calabria, oltre ai rappresentati delle associazioni e della consulta giovanile. Ultimo appuntamento, a chiusura delle iniziative del mese di Novembre, Mercoledì 25, alle ore 15.00, presso la scuola secondaria di Primo grado di Mammola, con l’incontro dibattito sul tema del femminicidio “Sensibilizzare, prevenire, Educare alla legalità”, alla presenza di studenti, giovani e associazioni locali, organizzato dall’Unione dei Comuni della Valle del Torbido. Alle iniziative prenderanno parte come relatori Franco CARACCIOLO, segretario generale provinciale SIULP, Ferdinando SPAGNOLO, segretario organizzativo provinciale SIULP ed autore del cortometraggio, e Giuseppe LUPIA, segretario generale regionale SIULP, ma i protagonisti delle iniziative saranno, ancora una volta, purtroppo, le tante, troppe, donne, soprattutto quelle non presenti, che sono state accolte in questi anni presso i Centri Antiviolenza, salvate dalle mani di uomini violenti, e tutte quelle persone che ogni giorno vengono accuditi dalle associazioni di volontariato. Educare alla legalità significa prevenire il disagio ed il malessere sociale che un individuo può trasformare in uno dei mali della nostra società ed una persona, i giovani in particolare, per crescere in armonia con se stessi, devono porre alla base questa cultura, per comprendere meglio le funzioni delle regole nella vita sociale e i valori della democrazia.