“Volontariato e Salute Mentale”: un corso Cesv a Messina e Barcellona

Il prossimo appuntamento è lunedì 26 ottobre con Roberto Motta, direttore del Dipartimento Salute Mentale Messina Nord, dalle 16.00 alle 18.00, nella Sala Convegni Maggiore La Rosa (Vecchia Stazione), a Barcellona Pozzo di Gotto

Cesv-MessinaIl Cesv – Centro Servizi per il Volontariato di Messina sta proponendo un corso di formazione su “Volontariato e Salute Mentale”. Il percorso formativo è gratuito e si svolge a Barcellona Pozzo di Gotto e a Messina dall’8 ottobre al 10 dicembre, con 11 incontri: 9 seminari e 2 tavole rotonde per un totale di 30 ore. Giovedì 8 si è svolto il primo incontro, nella Sala Convegni Maggiore La Rosa (Vecchia Stazione), con il seminario sul tema “Il ruolo del volontariato nella società che cambia”. Sono intervenuti Rosario Ceraolo, direttore del CESV Messina, e Maria  Lucia Serio, Consulente area Formazione del Centro Servizi, dopo i saluti delle vicepresidenti del Centro Servizi per il Volontariato, Nuccia Formica e Angela Passari, e di padre Pippo Insana, da anni impegnato nell’ambito della salute mentale e presidente dell’Associazione di volontariato “Casa di Solidarietà e Accoglienza” di Barcellona Pozzo di Gotto. Hanno partecipato al seminario 36 volontari, appartenenti ad associazioni che operano nel settore della salute mentale, a conferma dell’attenzione nei confronti del tema. In seguito al rinvio dei seminari del 15 e del 22, dovuto all’allerta meteo, il prossimo appuntamento è lunedì 26 ottobre, dalle 16.00 alle 18.00, sempre  nella Sala Convegni Maggiore La Rosa (Vecchia Stazione), a Barcellona Pozzo di Gotto. Per l’occasione, Roberto Motta, direttore del DSM (Dipartimento Salute Mentale) Messina Nord, dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Messina, interverrà su “Il fenomeno e l’evoluzione della malattia mentale”. L’obiettivo è quello di offrire occasioni di riflessione ai volontari e agli  operatori  pubblici e privati che operano nel settore  della salute mentale. La partecipazione alle tavole rotonde che si svolgeranno a Messina è aperta a tutti, mentre la partecipazione ai seminari è aperta a coloro che effettueranno l’iscrizione al corso al seguente link https://docs.google.com/forms/d/1i0pUTjm4oZa23tHZy0EH_rvJawCmMEYd1ukNoW0MuNk/viewform. Ẻ possibile ancora iscriversi. Si legge nel documento di presentazione: “Nonostante siano trascorsi 37 anni dall’approvazione della Legge 180 (Legge Basaglia), in molte regioni d’Italia questa importante riforma viene disattesa, con grave disagio delle persone inferme di mente, delle loro famiglie e del tessuto sociale. Ẻ necessario fare il punto sulla situazione, cercando di favorire momenti di studio e di approfondimento sulla condizione del malato mentale, sull’integrazione degli interventi socio-sanitari, sul rapporto con la famiglia e la comunità”. Inoltre, il Consiglio dell’Ordine degli assistenti sociali ha accreditato il corso. Pertanto, i partecipanti avranno diritto a 30 crediti. Nei prossimi incontri saranno relatori, o interverranno nelle tavole rotonde, tra gli altri: Enzo Sanfilippo, dirigente Azienda Sanitaria provinciale di Palermo; Fiorentino Trojano, psichiatra e responsabile UOS Modulo Dipartimentale Salute Mentale; Antonino Ciraolo, direttore del Dipartimento Salute Mentale (Azienda Sanitaria Provinciale di Messina); Antonella Cammarota, sociologa (Università di Messina); Gisella Trincas, presidente Unasam (Unione Nazionale delle Associazioni per la Salute Mentale); Antonina Santisi, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Messina; Antonino Ciraolo, direttore del Dipartimento Salute Mentale dell’Asp 5 di Messina; Pippo Insana, presidente dell’Associazione di volontariato “Casa di Solidarietà e Accoglienza” di Barcellona Pozzo di Gotto; Santi Mondello, presidente del CESV Messina.

Per informazioni: Centro Servizi per il Volontariato Messina, tel. 090.6409598, fax 0906011825, www.cesvmessina.it  e www.comunitasolidali.org, mail formazione@cesvmessina.it, e segreteria@cesvmessina.it, tutor del corso Antonia Ragusi: cell. 3351088475.