Villa San Giovanni (Rc), consiglio comunale: accolte le proposte del partito democratico

Pd VillaI Consiglieri Comunali del Partito Democratico villese, Cosimo E. Freno, Francesco Idone e Filippo Bellantone, protagonisti della richiesta di convocazione del Consiglio Comunale straordinario e fautori delle relazioni di accompagnamento degli ordini del giorno relativi, hanno ottenuto, nel corso della seduta dello scorso primo Ottobre (assente giustificato Idone), un indiscusso successo politico, conquistando il consenso di tutti i consiglieri presenti sulla istituzione della Commissione Salute ed Inquinamento che si organizzerà sostanzialmente come un vero e proprio Osservatorio sull’ambiente cittadino e sulle diverse fonti di inquinamento presenti e che opererà con la presenza al suo interno, oltre ai rappresentanti della maggioranza e dell’opposizione, anche di tecnici sanitari  quali i medici di base del territorio e personale dell’ASP. Accolta, inoltre, la richiesta dei democratici relativa alla adesione del Comune alla manifestazione di interesse della Regione Calabria (ai sensi dell’art. 1, co. 154, della Legge 13 Luglio 2015, n. 107) diretta al finanziamento di ormai imprescindibili interventi di modernizzazione ed implementazione della edilizia scolastica presente nel territorio comunale. Pieno consenso, ancora, ha ricevuto la proposta dei consiglieri PD – motivata dalle finalità di massima trasparenza e pubblicità dei lavori del civico consesso – di allestire gli strumenti tecnici idonei a trasmettere la diretta streaming dei lavori futuri del Consiglio Comunale di Villa. Puntuali, inoltre, sono arrivate le precisazioni dei democratici in ordine ad alcune criticità relative all’attività recente dell’Amministrazione Messina: Nell’ottica di una piena separazione dei ruoli e delle funzioni, a garanzia dell’ imparzialità che dovrebbe caratterizzare la figura del Presidente del Consiglio Comunale, è stata vagliata criticamente l’opportunità del conferimento da parte del Sindaco di due deleghe importanti,  come quelle al contenzioso e alla Protezione Civile, al presidente Liberto. Una tale decisione, è stato evidenziato dai democratici, per quanto legittima, rischia di confondere il piano della rappresentanza e della garanzia di tutti i consiglieri con quello dell’Amministrazione attiva; confusione che inevitabilmente ricondurrebbe l’azione del Presidente in un ambito di parte. Sempre per l’esigenza di piena trasparenza delle attività comunali, si è chiesto al Sindaco di non venir meno alla necessaria preventiva trasmissione – alla Commissione competente – degli atti relativi a tutte le variazioni di Bilancio, come quella oggetto della ratifica della delibera di Giunta attinente la c.d. “Notte della Fata Morgana” dello scorso 21 Agosto. Per lo stesso motivo – carenza nella trasmissione di tutti gli atti e documenti utili a dirimere materie delicate e sensibili – è stata accolta anche la richiesta dei democratici relativa ad una nuova e più approfondita discussione, in seno al prossimo Consiglio, sulle difficoltà logistiche dell’anno scolastico in corso e ai bandi e alle trattative ristrette poste in essere dalla Amministrazione Messina. Atti, a seguito dei quali, una parte degli studenti villesi si è trovata al momento ospitata presso l’Hotel de La ville, senza certezze circa la fine dei lavori programmati nelle Scuole di appartenenza ed  seguente rientro in Aula. Carenti, per il Partito Democratico, risultano essere, poi, le risposte date dalla Amministrazione in ordine alla concessione di biglietti ridotti per il traghettamento in Sicilia a fronte di specifici casi di urgenza ed in ordine a possibili protocolli di intesa con il Consorzio Industriale di Reggio Calabria (ASI) e con il costituendo consorzio regionale, CO.R.A.P. Con specifico riferimento alla problematica dei biglietti ridotti per il traghettamento, è emersa l’esistenza solo di una prassi legata ad un accordo di massima con la Società Caronte & Tourist, mentre le specifiche esigenze sanitarie meriterebbero una compiuta formalizzazione con una piena assunzione di responsabilità da parte dell’Amministrazione Cittadina.