Squadra antimafia 7, tra sesta e settima puntata: cosa succede e cosa succederàr

Il colpo di scena della puntata del 14 ottobre 2015 è che manca proprio il colpo di scena

 Catturadi  Tari Romeo - Eh sì, ormai Valsecchi  ha abituato i fans della famosa Squadra antimafia Duomo, a vivere con partecipazione avvenimenti imprevedibili ; è forse anche per il fatto che ci siamo più o meno abituati che la puntata di mercoledi 14 ottobre, lascia in un certo senso lo spettatore insoddisfatto. Abbiamo visto Domenico Calcaterra sempre più vittima di patologie cerebrali, causate dalle torture subite, che rivive in flashback le importanti operazioni condotte da commissario, e, sfiduciato dalla giustizia giusta, elimina soggetti più o meno collusi, e qui è la volta di un sacerdote che la Duomo voleva vivo per cercare la verità.  Abbiamo assistito al comportamento di Carmela, che per l’amore sconfinato verso il figlio Saro, diventa suo complice per farlo evadere e tradisce  così Vito il poliziotto sempre innamorato di lei che le crede ciecamente senza nutrire sospetto alcuno che la donna possa ancora aiutare il figlio nei suoi progetti criminali. Abbiamo visto che la brava Anna Cantalupo  è giunta  all’individuazione del socio del Broker, certo Saverio Torrisi, grande azionista e manager di una grossa banca che ricicla i fondi neri dei traffici internazionali, e i suoi ricordi le dicono che la presenza dell’uomo è stata importante nelle amare vicissitudini della sua vita; Anna è convinta di avere raggiunto una pedina fondamentale dell’operazione Crisalide e urtando il muro dei funzionari della polizia, certamente collusi, si fa strada da sola, e, per poter  attuare i suoi piani droga l’amato commissario Tempofosco.   Abbiamo dovuto constatare ancora che la Squadra arriva sempre tardi, dopo la mafia della manovalanza e dopo quella dei servizi, spesso collaborativi tra di loro. Don Alfio e Rachele spregiudicati, anche loro sulle piste di Torrisi, De Silva che essendo in possesso di tutti gli elenchi Crisalide può ricattare i personaggi coinvolti e, quindi, anche il banchiere ; Calcaterra e Anna, delusi dai percorsi cosiddetti legali, anche perchè inquinati, cercano di agire da soli con iniziative personali. Sullo sfondo si intravede Rosy Abate, presenza non presenza. Vedremo, certi che Valsecchi non deluderà gli appassionati della serie.